Salone Internazionale del Libro di TorinoSalva

Dalibor,

Dalibor Markovi? è nato nel 1975 a Francoforte sul Meno, dove vive tuttora. Artista eclettico di origini croate, arriva alla poesia tramite la musica, creando un connubio originale di lingua tedesca e ritmi internazionali.
Fin da adolescente si dedica al beatboxing, ossia l’arte di riprodurre i suoni di vari strumenti musicali attraverso l’utilizzo della bocca e della voce, per poi passare al rap con testi scritti di suo pugno, infine abbandona l’accompagnamento musicale concentrandosi totalmente sull’arte della parola con il poetry slam e lo spoken word.
Dal 2002 porta in giro la sua arte sui maggiori palcoscenici tedeschi e non solo: Dalibor si è esibito anche a San Paolo, Basilea, Abu Dhabi, New Delhi e Zurigo. Le sue performance, i cosiddetti Solologe, sono in bilico tra serietà giochi di parole, ritmo e pause. I suoi spunti tematici principali sono la società, ciò che gli succede, le persone che incontra.
Laureato in Filosofia, è cofondatore del collettivo di spoken word WordAlert ed è stato membro della compagnia di Michael Lentz in occasione della prima di Boxgesang. Ha vinto il Saarbrückener city-solar-award e il Berliner Slam 2007. Ha pubblicato la raccolta di poesie Schulwege (2006) e Bühnenstücke 1 (2011), quest’ultima disponibile anche nell’originale versione in chiavetta USB.


 

 Dalibor
Salone del Libro 2015