salone2017 gipi30Salva
News multimediali
Giorgio Trichilo
Giorgio Trichilo @GiorgioTrichilo
Redazione Salone del Libro

La strana coppia Stefano Benni e Ambra Angiolini

"Chi di voi ha letto il mio ultiimo libro?" ha tuonato tra l'ironico e il minaccioso Stefano Benni, alla presentazione di Prendiluna (Feltrinelli). Lo scrittore bolognese non ha smesso di gigioneggiare sul palco: "Per parlare di un libro ci vuole una certa distanza temporale da quando esce in libreria a quando i lettori lo hanno metabolizzato - ha affermato Benni - invece succcede spesso che si scriva, se ne parli subito e poi non gliene frega un cazzo a nessuno".

A dividere il palco con Benni, ecco Ambra Angiolini, che ha dimostrato di sentirsi a suo perfetto agio. "Vi chiedere perché Ambra è qui con me?" chiede Benni. Ecco la spiegazione: "Ho avuto modo di apprezzarla a teatro, quando ha portato in scena il mio lavoro "La misteriosa scomparsa di Wu". Devo dire che mi ha sorpreso, e ha dissipato la mia prevenzione a causa dei suoi esordi televisivi". 

Pagata l'ammenda davanti al pubblico del Salone, Benni e Ambra hanno incrociato le loro voci, leggendo alcuni passi del libro: tra ironia e malinconia, sarcasmo, rabbia e voglia di vivere, le pagine di Piediluna hanno coinvolto le persone in sala.

"Quest'ultimo romanzo - ha affermato Benni - parla del valore dell'insegnare e dell'imparare. Un libro dedicato ai maestri con la M maiuscola, ma anche a quelli con la minuscola come molti anonimi professori di scuola che incontri da ragazzo e ti segnano pe tutta la vita.

E visto che si parlava di dediche, Benni ha confessato: "In questi anni molti miei maestri se ne sono andati, penso a Dario Fo e Franca Rame. Ultimamente ci ha lasciati Fausto Masolella, il chitarrista degli Avion Travel. Fausto mi ha insegnato il valore della leggerezza, il piacere di stare sul palco davanti a un pubblico. Questo libro è per lui".