Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

Italia dei Libri

Sonzogno

Sonzogno

Edoardo Sonzogno

Edoardo Sonzogno, figlio e nipote di tipografi, nasce a Milano nel 1836. Uomo di cultura ed amante delle arti, esordisce come giornalista e autore drammatico, prima di dedicarsi all’editoria. È democratico, radicale e progressista e come imprenditore persegue un intento sociale: l’elevazione del «quarto stato», in particolare degli adulti, mediante l’abbattimento dei prezzi e la scelta accurata di autori e contenuti. Nel 1870 si trasferisce a Parigi: il suo salotto è frequentato da scrittori come Dumas e Hugo, e la cultura francese, sia letteraria che musicale, influenza in modo decisivo la sua produzione editoriale. Dopo aver ceduto tutte le imprese legate alla sua persona, muore a Milano nel 1920.

La casa editrice 

1861 - Edoardo Sonzogno rileva la tipografia di famiglia e inizia l’attività editoriale con la pubblicazione di giornali illustrati.

1866 - Nasce «Il Secolo», il più diffuso quotidiano italiano di fine Ottocento e, subito dopo, le fortunatissime collane a carattere fortemente divulgativo.

1874 - Sonzogno si cimenta anche nell’editoria musicale, divenendo in breve tempo il principale concorrente della Casa Ricordi e lo scopritore di nuovi talenti, come il giovane Pietro Mascagni, di cui lancia nel 1890 la Cavalleria Rusticana.

1895 - La casa editrice si trasforma in società per azioni. In questo momento Sonzogno è l’unico editore in grado di competere con Treves per il primato nel mercato librario italiano. Subito dopo inizia la sua parabola discendente.

1913 - La direzione passa al nipote Riccardo Sonzogno e poi ad Alberto Matarelli che, entrato molti anni prima come garzone nella casa editrice, ne diverrà unico proprietario, affiancato dal figlio Livio.

1919 - Nasce la Casa editrice Sonzogno di Alberto Matarelli, che punta sulla continuità, ma sperimenta anche nuovi ambiti e generi, dalla divulgazione scientifica ai romanzi erotico-sentimentali, umoristici e polizieschi.

1970 - La Sonzogno confluisce nel gruppo Fabbri/Bompiani/Etas Libri.

1990 - Il gruppo viene acquisito dalla RCS.

2010 - Sempre all’interno del gruppo Rcs la conduzione della Sonzogno viene affidata all’’editore Marsilio di Venezia.

«Spargere, col buon mercato, i libri classici fra il popolo, è concorrere efficacemente all’opera della civiltà. Le seduzioni della vita materiale aumentano ogni giorno, ed è bene richiamare le menti alla cultura degli studi, allettando con la bontà dell’edizione corretta del testo fedele e spiegato, e col prezzo minimo.»

«Bollettino bibliografico illustrato dello Stabilimento Sonzogno», 1883

«Ed è notevole osservare come i Sonzogno, di padre in figlio, continuino l’opera di Giambattista […] colle edizioni che diffondono a minimo prezzo e a milioni di copie le utili cognizioni, aiutando la grand’opera dei tempi moderni, che al regno brutale della forza, conseguenza dell’ignoranza, sostituisce quello del diritto che si conquista con l’istruzione.»

«Bollettino bibliografico illustrato dello Stabilimento Sonzogno», 1886

«Ecco quel che faremo, disse Edoardo Sonzogno, stamperemo ogni giorno immancabilmente due romanzi […] Quell’idea, applicata, determinò la fortuna del “Secolo”.»
Eugenio Torelli Violler

 

I principali collaboratori

Collaborano all’attività della casa editrice i giornalisti de «Il Secolo», come il direttore Carlo Romussi (1843-1913), lo scrittore scapigliato Achille Bizzoni (1841-1903) e Lorenzo Stecchetti, pseudonimo di Olindo Guerrini (1845-1916). Collaboratore del «Secolo» è anche Felice Cavallotti (1842-1898), scrittore e deputato radicale, particolarmente vicino alle idee di Sonzogno, che nel 1895 diviene anche azionista della casa editrice.

Le collane principali

«Biblioteca romantica» (1869-1943)

Romanzi di autori contemporanei, in gran parte francesi, spesso già pubblicati in appendice a «Il Secolo» e riproposti in tre tipologie diverse: «Nell’Economica sfilano i nomi di romanzi noti e di romanzi nuovi, autori cari ai giovani e carissimi ai vecchi. Nella Biblioteca Illustrata rivive lo splendore di Dumas, il principe dei romanzieri, di Sue, il primo fra i romanzieri sociologhi, di Ponson du Terrail, il pittoresco narratore dei bei tempi in cui si faceva l’amore fra colpi di spada al chiaror di luna. La Biblioteca Tascabile infine vi sorride civettuola, colle sue minuscole ed eleganti pubblicazioni che vi procurano la distrazione della lettura per via, in viaggio, dovunque il tempo può sembrare un nemico ed un bel libro un amico prezioso». Bollettino bibliografico illustrato dello Stabilimento Sonzogno», 1888)

«Biblioteca del popolo» (1873-1941; 1950-1972)

«Ricercata per il suo favoloso buon mercato, per propagandare l’istruzione e far nascere l’amore allo studio nelle classi popolari», contiene manuali, prontuari, guide pratiche, saggi e brevi trattati, destinati all’istruzione degli adulti e utilizzati anche nelle scuole serali e nei corsi promossi dalla Società umanitaria.

«I capolavori dell’umorismo» (1920-1965)

Romanzi e racconti umoristici di autori italiani e stranieri, da Mark Twain a Georges Courteline e a Jerome K. Jerome.

I Libri-Chiave

Alexandre Dumas, Il conte di Montecristo, 1869

Pubblicato a dispense nel 1869, il romanzo di Dumas è uno dei titoli che meglio esprimono il carattere della collana «Biblioteca romantica illustrata». È stato definito da Gramsci il più «oppiaceo» dei romanzi popolari: «Quale uomo del popolo non crede di aver subito un’ingiustizia dai potenti e non fantastica sulla punizione da infliggere loro? Edmomd Dantès gli offre il modello, lo ubbriaca di esaltazione, sostituisce il credo di una giustizia trascendente in cui non crede più sistematicamente». (Antonio Gramsci, Quaderni del carcere. 1929-1935, 5)

Dante Alighieri, Divina commedia illustrata da Gustavo Doré e dichiarata con note tratte dai migliori commenti per cura di Eugenio Camerini, 1880

L’obiettivo di raggiungere anche un pubblico popolare mediante la produzione di classici illustrati in edizione economica, si coniuga con l’attenzione per la qualità. È il caso della Commedia, pubblicata per la prima volta nel 1868 e più volte ristampata, anche nel Novecento: il commento viene affidato al dantista Eugenio Camerini e le xilografie del famoso illustratore francese Gustave Doré sono quelle eseguite per l’’edizione Hachette uscita tra il 1861 e il 1868.

Cavalleria rusticana. Melodramma in un atto di G. Targioni Tozzetti e G. Menasci, musica di Pietro Mascagni, 1890

Il melodramma Cavalleria rusticana, ispirato alla omonima novella di Verga, viene pubblicato e rappresentato per la prima volta nel 1890, dopo il premio ottenuto al concorso operistico indetto nel 1888. Rappresenta il maggiore successo di Sonzogno come editore musicale, nonostante l’esito della vertenza aperta da Verga sui diritti d’autore, che si concluderà tre anni dopo a favore dello scrittore.

Pitigrilli, Cocaina, 1921

La direzione editoriale di Alberto Matarelli introduce nuovi generi nel catalogo Sonzogno, tra questi i romanzi a sfondo erotico di Pitigrilli, che conquistano il pubblico più spregiudicato e anticonformista e procurano all’autore una serie di denunce per oltraggio al pudore. Pitigrilli, al secolo Dino Segre, nel 1924 fonda la popolare rivista «Le grandi firme», illustrata da Gino Boccasile, e negli anni Trenta la sua collaborazione con l’OVRA causa l’arresto di numerosi antifascisti.

Jerome K. Jerome, Tre uomini in barca (per tacer del cane), 1928

Anche la collana «I capolavori dell’umorismo» è una novità introdotta da Matarelli: al suo interno viene pubblicato questo bestseller della letteratura umoristica inglese, uscito in edizione originale nel 1889.

Delly, Anita, 1930

Il romanzo dei fratelli Jeanne-Marie e Frédéric de la Rosière, noti con lo pseudonimo di Delly, pubblicato nella collana «Biblioteca delle signorine italiane», appartiene al filone della narrativa sentimentale e di evasione destinata a un pubblico femminile.

Liala, Peregrino del ciel, 1934

Nel 1934 la pubblicazione di questo romanzo nella collana «Il romanziere illustrato» segna il passaggio di Liala da Mondadori alla casa editrice Sonzogno, incoraggiato dallo stesso Arnoldo Mondadori. La scrittrice rosa è tuttora presente nel catalogo Sonzogno e nel 2007 è stato pubblicato il suo romanzo inedito Con Beryl, perdutamente.

Un progetto di
Un progetto di
Un progetto di
Realizzato da
Realizzato da
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Con il sostegno di
Main Partner
Main Partner
Main Sponsor
Main Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
In collaborazione con
Main Media partner
Main Media partner
Media partner
Media partner
Media partner
Media partner
Media partner
Media partner
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazionie
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni
Altre collaborazioni

salone internazionale del libro torino

Un progetto di Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura

organizzato da

Fondazione Circolo dei lettoricircolo lettori contatti e Fondazione per la Cultura Torinofondazione cultura torino contatti

Via San Francesco da Paola, 3 - 10121 - Torino - Tel. + 39 011 518.42.68