Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

Notizie dal Salone

Scelti i vincitori del Premio nazionale Nati per Leggere

 

Tra i premiati un’autrice australiana, un’illustratrice inglese e un autore francese

Cerimonia di premiazione: lunedì 17 maggio 2010, Arena Bookstock Village

Una scrittrice australiana, un’illustratrice inglese e un autore francese tra i vincitori della prima edizione del Premio nazionale Nati per Leggere (www.natiperleggere.it), il riconoscimento che sostiene i migliori libri, progetti editoriali e progetti di promozione alla lettura in Italia per bambini da zero a sei anni.

La giuria ha scelto i cinque vincitori che saranno premiati lunedì 17 maggio alle ore 15 nello spazio Arena Bookstock del Salone Internazionale del Libro di Torino (Lingotto Fiere, Via Nizza 280): la scrittrice australiana Mem Fox e l’illustratrice inglese Helen Oxenbury per il libro Dieci dita alle mani, dieci dita ai piedini (Il Castoro); la narratrice Beatrice Alemagna per Un leone a Parigi (Donzelli, 2009); l’autore francese Eric Battut per l’albo in uscita a settembre Lindo Porcello (Bohem Press Italia); l’Unità Locale Socio Sanitaria 9 di Treviso; la pediatra partenopea Lina di Maio dell’Associazione Culturale Pediatri Campania. Una menzione speciale andrà al coordinamento nazionale Per l’Abruzzo, biblioteche e ludoteche per bambini e ragazzi.

La cerimonia di premiazione sarà preceduta dal convengo internazionale “Come la lettura sviluppa la mente. Dieci anni di Nati per Leggere: riflessioni e prospettive”. All’appuntamento parteciperà Perri Klass, docente di Giornalismo e pediatria alla New York University e direttrice del progetto americano Reach Out and Read, capostipite di molti altri progetti di promozione della lettura ai bambini fin dal loro primo anno di età. Con lei interverranno Giorgio Tamburlini (pediatra e presidente del Centro per la Salute del Bambino Onlus di Trieste, consulente dell’Organizzazione Mondiale di Sanità e dell’Unicef), Alessandra Sila (educatrice e membro del coordinamento nazionale Nati per Leggere) e Giacomo Stella (docente di Psicologia clinica all’Università di Modena e Reggio Emilia e condirettore della rivista Dislessia).

A coordinare i lavori Piero Bianucci, giornalista scientifico.

I vincitori

Dopo aver valutato le oltre 100 candidature giunte da tutta Italia, la giuria del Premio (composta da esperti di letteratura infantile, pedagogisti, bibliotecari e membri del coordinamento di Nati per Leggere) ha deciso di incoronare vincitori:

- per la sezione Nascere con i libri (miglior libro per bambini tra 0 e 36 mesi): Mem Fox e Helen Oxenbury per il libro Dieci dita alle mani. Dieci dita ai piedini (Il Castoro, 2009), una divertente e tenera filastrocca, corredata da illustrazioni ad acquerello, che aiuta il genitore a guidare il bambino verso la scoperta del suo corpo e ad avvicinarsi ai temi della diversità e uguaglianza;

- per la sezione Crescere con i libri (miglior libro per bambini tra 3 e 6 anni segnalato da librerie, biblioteche, centri di lettura, esperti, dopo essere stato sottoposto al giudizio di bambini e famiglie nelle città di Torino e Roma): Beatrice Alemagna per il libro Un leone a Parigi (Donzelli), una storia commovente e poetica, affidata alla forza evocativa di grandi immagini colorate a pastello e tempera e di collage di foto e disegni, dove il leone protagonista si muove a Parigi in cerca di sogni e amicizie;

- per la sezione Libri in cantiere (miglior progetto editoriale inedito per bambini tra 0 e 36 mesi): Eric Battut per il libro Lindo Porcello (Bohem Press Italia – in uscita per il mese di settembre nella collana “ibohemini”), una storia in rima che può essere letta a due voci, fresca e divertente, capace di stuzzicare la fantasia e stimolare nel bambino il desiderio di comunicare, diventando attore del racconto;

- per la sezione Reti di libri (miglior progetto di promozione della lettura rivolto ai bambini tra 0 e 5 anni, capace di coinvolgere il più ampio numero di soggetti, dai genitori ai bibliotecari, dai pediatri agli insegnanti, educatori, volontari): Ulss 9 di Treviso, per aver coinvolto il personale sanitatio, le biblioteche e gli Assessorati alla Cultura di 37 comuni del territorio in iniziative variegate ed efficaci (dalle donazioni di libri alla diffusione di materiale informativo, dal monitoraggio tramite questionari a laboratori di lettura, agli stage per studenti);

- per la sezione Pasquale Causa (miglior pediatra che, aderendo al progetto Nati per Leggere, promuova presso genitori e famiglie la pratica della lettura ad alta voce nel modo più efficace): pediatra Lina Di Maio dell’Associazione Culturali Pediatri della Campania, per la professionalità e la passione profuse in undici anni di impegno nella promozione della lettura ai più piccoli e in oltre vent’anni di attività svolta con i bambini di famiglie problematiche e a rischio sociale;

- una menzione speciale a L’Abruzzo

(biblioteche e ludoteche per bambini e ragazzi), per aver saputo operare in condizioni di emergenza e aver mobilitato un gran numero di operatori e volontari provenienti da tutta Italia. L’Abruzzo si è particolarmente impegnato a sviluppare progetti di promozione alla lettura, tanto da aver proposto anche altre due candidature interessanti: il Progetto Nati per Leggere della Biblioteca di Ortona e il Progetto Leggimì leggimè dell’Associazione Leggiamo una Storia di Pescara.

 

 

salone internazionale del libro torino

Un progetto di Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura

organizzato da

Fondazione Circolo dei lettoricircolo lettori contatti e Fondazione per la Cultura Torinofondazione cultura torino contatti

Via San Francesco da Paola, 3 - 10121 - Torino - Tel. + 39 011 518.42.68