XXX Salone internazionale del Libro di Torino

Abirached, Zeina

Zeina Abirached è una illustratrice di fumetti. Nata a Beirut nel 1981, vive fra il Libano e Parigi. Dopo gli studi all'Accademia libanese di Belle Arti, ha seguito un corso di specializzazione in animazione alla Scuola Nazionale di Arti Decorative a Parigi. Zeina Abirached trascorre la sua infanzia in una casa situata sulla "linea verde", linea di demarcazione che divideva in due la città durante la guerra civile: l'infanzia dell'autrice si svolge nella cornice della città devastata dal conflitto, fatta di strade dissestate, posti di blocco e carri armati. All'interno delle mura domestiche, però, la madre tenta di proteggere la piccola Zeina ed il fratello dagli orrori della guerra cercando sempre nuovi espedienti per rincuorare i suoi bimbi. Forse anche per questo, nelle opere dell'illustratrice il tono non è mai triste, né catastrofico, ma è delicato ed ironico. Il suo primo lavoro Catharsis: Beirouth (Cambourakis, 2006), di ispirazione autobiografica, segue le vicende di un bambino che impara a conoscere il mondo, sullo sfondo della città dilaniata dalla guerra . Di carattere autobiografico sono anche le opere successive: 38, rue Youssef Semaani (Cambourakis, 2006), il cui titolo corrisponde al indirizzo di casa dell'autrice, e Il gioco delle rondini (Becco Giallo, 2009), opera imperniata sulla città di Beirut, che affronta il tema della fuga verso "l'altro".
Alla XXII edizione della Fiera Internazionale del Libro l'artista sarà presente nell'ambito delle manifestazioni di Lingua Madre.

 

Fiera del Libro 2009

abirached_zeina