XXX Salone internazionale del Libro di Torino

Berengo Gardin, Gianni


Fotografo di risonanza internazionale, incontra Beppe Sebaste durante l'appuntamento Com'è cambiata l'Italia: l'importanza dello sguardo, per il ciclo La strada del cambiamento che ha luogo presso l'Arena Bookstock. Coordina: Mao.

Si impone nell'arte della fotografia come uno degli artisti di maggior rilievo a livello europeo. Nato a Santa Margherita Ligure nel 1930, non ancora venticinquenne inizia ad occuparsi di fotografia. Divenuto professionista, si trasferisce a Milano dopo aver vissuto a Roma, Venezia, Parigi e in Svizzera. Nel corso degli anni collabora con le maggiori testate giornalistiche nazionali e internazionali e con molti editori per i quali ha realizzato 200 volumi fotografici. Le sue foto sono state ha esposte in centinaia di mostre, che ne hanno celebrato il genio, portando la sua creatività in diverse parti globo: Museum of Modern Art, New York; George Eastman House, Rochester; Bibliothèque Nationale, Paris; Rencontres Internationales de la Photographie, Arles; Mois de la Photo, Paris; FNAC-Galerien. Nel 1991 Museo dell'Elysée a Lausanne ne ospita una importante retrospettiva; nel 1994 le sue foto sono state incluse nella mostra dedicata all'Arte Italiana al Guggenheim Museum di New York. Ad Arles, durante gli Incontri Internazionali di Fotografia, ha ricevuto l'Oskar Barnack - Camera Group Award. Il volume Gianni Berengo Gardin (Contrasto DUE, 2005), offre una completa antologia dell'artista:.duecentocinquanta immagini, suddivise in divise in 11 sezioni, introdotte ognuna da un breve testo di Sandro Fusina.


Fiera del Libro 2009