salone2017 gipi30Salva

Magris, Claudio

Ospite della Fiera Internazionale del Libro 2009 in occasione del conferimento dell'Ordine delle Arti e delle Lettere di Spagna.

Nato a Trieste nel 1939, ha insegnato letteratura tedesca prima presso l'Università di Torino e successivamente presso quella di Trieste. Impostosi giovanissimo all'attenzione della critica con Il mito Absburgico nella letteratura austriaca moderna (1963, elaborazione della sua tesi di laurea), è stato fra i primi a rivalutare il filone letterario di matrice ebraica all'interno della letteratura mitteleuropea con Lontano da dove, Joseph Roth e la tradizione ebraico-orientale (1971). Danubio (1986, ripubblicato da Garzanti nel 2006), forse il suo capolavoro, lo consacra come uno dei massimi scrittori italiani contemporanei. Vince il Premio Strega nel 1997 con il romanzo Microcosmi (Garzanti). Scrive per il Corriere della Sera. È stato senatore dal 1994 al 1996. Ha ultimamente pubblicato Alfabeti. Saggi di letteratura (Garzanti, 2008) e il romanzo Un altro mare (Garzanti, 2007).

 

Fiera del Libro 2009

magris_claudio