Tutti conosciamo la storia di Paolo e Francesca, gli amanti raccontati da Dante nel quinto canto della Divina Commedia. Il romanzo si propone di rivisitare la storia da una prospettiva inedita lasciando che sia Gianciotto a raccontare in prima persona gli avvenimenti, a distanza di circa vent’anni, mentre attende che si compia la vendetta del nipote. Alessandra Casati dà voce a un personaggio scomodo che la storia e la leggenda hanno preferito relegare nell’ombra e fissare nel ruolo di cattivo.

Perché è il libro adatto a questo tema?

Perché in pochi sanno raccontare l'Amore meglio di Dante con questo episodio famoso della Divina Commedia.