Livia Rocchi,  La strana compagnia del Goal

Marco ha nove anni, è un bambino come tanti, gli piace giocare a calcio. Gli piace tantissimo, così come a tutti i suoi compagni. Quando decide di fondare una sua squadra iniziano i guai, perché i suoi soliti compagni di gioco rifiutano l’idea e anzi, creano una squadra antagonista, tutta loro. Nella squadra di Marco chiedono di entrare soltanto “i mostri” della scuola, gli “alieni”, le schiappe: da Ciccio Doppiapuzza, a Dino il dinosauro a Frank che perde viti e bulloni dalla testa. Non solo, entrano perfino Giada e altre bambine. Tutti li deridono: che orrore, una squadra con calciatrici femmine (incredibilmente brave), una squadra che non si può nemmeno permettere magliette “regolamentari”, una squadra di esseri bizzarri! Schernito dai compagni, Marco impara ad apprezzare i nuovi amici, strani ma pieni di risorse, e accetta di giocare una partita all’ultimo goal contro i suoi compagni “normali”. Quale sarà la squadra più forte della scuola?

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza?

Una storia ironica con divertenti personaggi e piena di sorprese. Una metafora, che spinge il lettore a mettere in discussione il concetto di normalità, il tutto nell'ambito del gioco e del divertimento.