Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

Il Salone Internazionale del Libro di Torino

RagazziTorre2017

 

IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO

L'appuntamento con il Salone Internazionale del Libro di Torino si rinnova ogni anno a maggio nei padiglioni di Lingotto Fiere. Un capolavoro di architettura industriale, il comprensorio del celebre stabilimento Fiat con la rampa elicoidale e la pista sul tetto. Disegnato fra il 1915 e il 1922 e ammirato da Le Corbusier, dal 1985 il complesso è stato trasformato da Renzo Piano in centro espositivo, congressuale e commerciale.

Il Salone Internazionale del Libro di Torino è un progetto dell' Associazione Torino, la Città del Libro e Fondazione Circolo dei lettori con il sostegno di Regione Piemonte e Città di Torino e di Compagnia di San Paolo, Ministero per i beni e le attività culturali, Centro per il Libro e la Lettura, Fondazione CRT, Italian Trade Agency ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane,Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, Fondazione Sicilia, Fondazione con il Sud.

Il Comitato d’Indirizzo, presieduto da Giulio Biino, presidente dalla Fondazione Circolo dei lettori e dal direttore Maurizia Rebola, è il luogo del coordinamento delle attività organizzative. Vi prendono parte Nicola Lagioia, direttore editoriale del Salone Internazionale del Libro di Torino, Silvio Viale, presidente dell’Associazione Torino, la Città del Libro, un rappresentante della Regione Piemonte e della Città di Torino, e uno per ciascuna associazione di categoria: ADEI Associazione degli Editori Indipendenti, AIB Associazione Italiana Biblioteche, AIEAssociazione Italiana Editori, ALI Associazione Librai Italiani e SIL Sindacato librai.

Dai 100.000 passaggi dichiarati e 553 espositori della prima edizione nel 1988, il Salone è cresciuto fino ai 144.386 visitatori e i 1.200 espositori del 2018.

Quella del Salone è una forza fondata su quattro diverse identità in equilibrio fra loro. Il Salone di Torino è al tempo stesso la più grande libreria italiana del mondo, un prestigioso festival culturale, un essenziale punto di riferimento internazionale per gli operatori professionali del libro e un importante progetto educational dedicato alla promozione del libro e della lettura presso i giovani lettori.

Tutti elementi che, da sempre, gli permettono di affrontare con entusiasmo qualunque sfida all'insegna dell'innovazione e del cambiamento.



LA PIÙ GRANDE LIBRERIA ITALIANA DEL MONDO

Il Salone è la più grande libreria italiana del mondo e la più grande fiera editoriale della area culturale del Mediterraneo. Una vetrina dove gli editori piccoli e medi hanno la stessa visibilità dei grandi marchi e dove anche l'editoria locale può farsi conoscere oltre i confini del proprio territorio. Un immenso scaffale nel quale il grande pubblico può incontrare il libro in tutte le sue forme. I titoli più belli e curiosi, i volumi introvabili e le ultime novità, e-book, audiolibri, fumetti, multimedia.

E accanto, le sezioni tematiche e i progetti speciali: veri «Saloni nel Salone» che dedicano uno sguardo particolare a temi, categorie editoriali, figure professionali. Nelle edizioni fino al 2016: Officina, Editoria di Progetto, Startup - Book to the future, Casa CookBook. Continua L'Incubatore, che aiuta i giovani editori presenti sul mercato da meno di tre anni a farsi conoscere. 

Altre novità dal 2017: la Piazza dei Lettori, una grande libreria diffusa e condivisa, realizzata assieme ai librai e ai bibliotecari e ricca di proposte selezionate con il loro aiuto; il Superfestival, che ospita il meglio dei festival culturali italiani.


UN IMMENSO FESTIVAL CULTURALE

Il Salone è anche un vivace festival internazionale della cultura, con un palinsesto di circa 1.200 presentazioni editoriali, convegni, appuntamenti, dibattiti, spettacoli e più di 2.000 relatori e ospiti in cinque giorni. Premi Nobel, scrittori, scienziati, filosofi, storici, giornalisti, artisti, architetti e designer, blogger, personalità del mondo dello spettacolo, della politica, della spiritualità. Lucide intelligenze del mondo contemporaneo, grandi interrogativi per compren-dere le sfide della società in cui viviamo.

Un confronto improntato sempre allo spirito del rispetto e del dialogo fra le culture e le idee degli altri. Ogni anno un tema conduttore, attraverso cui leggere le infinite declinazioni dell'attualità: dal 1999 a oggi si sono succeduti Passioni: l'intelligenza del cuore (1999); Una Fiera, mille culture (2000); La natura (2001); Il tempo delle scienze, della storia, delle religioni (2002); Il colore tra scienza, arte e letteratura (2003); Ridere è una cosa seria (2004); Il sogno (2005); L'avventura (2006); I confini (2007); Ci salverà la bellezza (2008); Io, gli altri (2009); La memoria, svelata (2010); La memoria, seme del futuro (2011); Primavera digitale (2012); la Creatività: dove osano le idee (2013), Bene in vista (2014), Le Meraviglie d'Italia (2015), Visioni (2016), Oltre il confine (2017), Un giorno, tutto questo (2018).

Nell'edizione 2017, la prima firmata da Nicola Lagioia, sono numerosissime le sezioni tematiche. Come il Superfestival che raccoglie il meglio di un centinaio di festival culturali italiani. Lo sguardo al femminile di We have one another. Gli Anniversari, dalla Rivoluzione d'Ottobre a Totò. I Romanzi Impossibili di Andrea Bajani. Le Letture ad alta voce di Giuseppe Culicchia. L'area Open Science curata dall'Università di Torino. Gli incontri dedicati alla Traduzione. L'area M&B, Music & Books, dove le parole incontrano le note...

Accanto al palinsesto di eventi, la storia del Salone annovera numerose mostre: nel 2011 L'Italia dei Libri, per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia; nel 2012 La Città Visibile, per il venticinquennale del Salone; nel 2013 L'idea divergente sulla creatività nel pensiero scientifico e Dall'idea al chiodo in 10 musei e 13 gallerie d'arte contemporanea di Torino; nel 2016 i Quaderni del Carcere di Antonio Gramsci, i 70 anni della Costituzione italiana a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, La Guerra di Piero dedicata allo storico Piero Melograni. Nel 2017 è stata molto apprezzata la mostra di libri d'arte per l'infanzia Children Books of Art, organizzata assieme a Bologna Children's Book Fair.

E attorno – anche oltre i cinque giorni del Lingotto - il ricchissimo programma del Salone Off, che propone oltre 500 eventi in quasi 250 luoghi di tutte le otto Circoscrizioni di Torino e di circa 20 comuni della Città Metropolitana, e dal 2018 di tutto il territorio del Piemonte.


LA VETRINA PROFESSIONALE E COMMERCIALE

Al Salone ogni anno si danno appuntamento circa 1.200 espositori ed editori - in pratica tutta l'editoria italiana - e decine di migliaia fra librai, bibliotecari, agenti, illustratori, traduttori. Professionisti del libro cui il Salone dedica le proprie sezioni per addetti ai lavori. L'International Book Forum per lo scambio dei diritti di edizione e traduzione delle opere letterarie, permette ogni anno di realizzare migliaia di incontri fra circa 600 operatori professionali di 36 Paesi di tutto il mondo. Dal 2017 l'International Book Forum si apre anche alla contrattazione internazionale dei diritti per la realizzazione di film, serie tv e animazione tratti da opere letterarie.


BOOKSTOCK VILLAGE, IL SALONE PER I PIÙ GIOVANI

Sono decine di migliaia i bambini, ragazzi e giovani fino ai 20 anni che ogni anno vengono al Salone. A loro è dedicato il Bookstock Village, un'area di oltre 4.000 metri quadri nel Padiglione 5, sostenuta dalla Compagnia di San Paolo, che nel 2016 ha compiuto dieci anni. Al centro una grande arena dalla scenografia artistica realizzata dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli. Un palinsesto culturale pieno di grandi ospiti, centinaia di ore di laboratori gratuiti (dall'illustrazione alla scienza, dal mondo digitale al fumetto), librerie, giochi e laboratori per formare i lettori di domani. Con una particolare attezione ai libri speciali per bambini diversamente abili. Un impegno che si estende alle scuole e alle istituzioni lungo tutto l'anno con progetti come il Premio Nati per leggere, per insegnare alle famiglie l'importanza della lettura fin dalla culla, gruppi di lettura nelle scuole e nelle biblioteche, il BookBlog degli studenti, giochi on line come Comix Games o l'iniziativa Adotta uno scrittore che ogni anno porta decine di celebri autori nelle scuole superiori del Piemonte.



LA STORIA

Il Salone nasce nel 1988 da un'idea di due torinesi: il libraio Angelo Pezzana e l'imprenditore Guido Accornero. Fin dalla prima edizione si caratterizza per un tema annuale, un filo conduttore che unisce i convegni più importanti. A inaugurare il Salone è il poeta russo Josif Brodskij, premio Nobel 1987. Nel 1999 il Salone viene rilevato da Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino e prende il nome di Fiera del Libro e dal 2001 Fiera Internazionale del Libro, per poi tornare alla denominazione originaria nel 2010. La promozione e il progetto culturale sono affidati alla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. Presidente dal 1998 al giugno 2015 è Rolando Picchioni, dal giugno 2015 al luglio 2016 Giovanna Milella, da ottobre 2016 ad aprile 2017 Mario Montalcini e dall'aprile 2017 Massimo Bray. Direttore editoriale dal 1998 al 2016 è lo scrittore Ernesto Ferrero, cui succede dal 14 ottobre 2016 lo scrittore Nicola Lagioia.


GLI SCENARI INTERNAZIONALI

Accanto all'International Book Forum dove si incontrano editori e agenti di tutto il mondo, il Salone dal 2001 al 2015 ha dedicato ogni anno uno spazio speciale a un Paese Ospite d'onore, presente a Torino con un grande stand, autori ed editori, mostre, spettacoli, artisti e approfondimenti sulla propria storia e la cultura materiale e immateriale. Si sono succeduti negli anni Catalogna, Olanda, Svizzera, Canada, Grecia, Brasile, Portogallo, Lituania, Israele, Egitto, India, Russia, Romania, Spagna, Cile, Santa Sede, Germania, Francia.

Al Salone sono numerosi i Paesi del mondo presenti con proprio stand e delegazioni. Dal 2005 ad allargare lo sguardo internazionale arriva Lingua Madre, lo spazio sostenuto dalla Regione Piemonte e dedicato al meticciato culturale con un'attenzione particolare ai Paesi emergenti del mondo. E ogni anno il Concorso Nazionale Lingua Madre premia le scrittrici straniere in Italia che hanno scelto l'italiano come lingua per raccontare la loro esperienza e creatività.


IL SALONE FUORI DAL LINGOTTO

Dal 2004 il Salone esce dai padiglioni di Lingotto Fiere e invade la città di Torino e le località della cintura con il Salone Off, il «FuoriSalone» del Libro. Nel 2018 sono state coinvolte tutte le 8 Circoscrizioni di Torino e 20 comuni della Città Metropolitana e di tutto il Piemonte, con un palinsesto di 530 eventi in oltre 250 luoghi soliti e insoliti: strade, piazze, scuole, fabbriche dismesse, biblioteche, centri d'incontro, parchi e impianti sportivi dei quartieri di Torino. Incontri con gli autori, reading, cacce al tesoro letterarie, giochi, spettacoli per portare il libro dove c'è voglia di leggere e conoscere.

E con il progetto Voltapagina gli scrittori del Salone entrano nelle carceri di Torino, Saluzzo, Asti e Alessandria per incontrarne gli ospiti in un progetto di promozione umana e culturale attraverso la lettura.

Il Salone, naturalmente, non si esaurisce nei cinque giorni di maggio al Lingotto. Il suo calendario di appuntamenti prosegue tutto l'anno con gli incontri con i grandi autori del Salone Off 365 - una formula originale che coinvolge tutte le figure della filiera del libro -, con Portici di Carta, il Premio Mondello e altre iniziative nelle scuole, nelle carceri, nelle biblioteche e dovunque ci sia passione per i libri e la lettura.

Torino, la città del libro

Torino la città del Libro

Fondazione Circolo dei lettori

Fondazione Circolo dei lettori

Regione Piemonte

Regione Piemonte

Città di Torino

Città di Torino

Compagnia di San Paolo

Compagnia di San Paolo

Fondazione CRT

Fondazione CRT

MIBAC

MIBAC

Centro per il libro e la lettura

Centro per il libro e la lettura

Associazione delle fondazioni di origine bancaria del Piemonte

Fondazioni bancarie Piemonte

ITA

ITA

Fondazione Sicilia

Fondazione Sicilia

Fondazione con il sud

Fondazione con il sud

salone internazionale del libro torino

Salone Libro s.r.l. - p.iva/c.f. 12057500014 - Via Santa Teresa, 19 - 10121 Torino - Telefono +39 011 19700801