Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

I numeri della fiera 2009

Hanno detto della Fiera

Tanti i commenti entusiastici, gli apprezzamenti e le attestazioni di stima per la manifestazione torinese. L’ex presidente del Consiglio italiano Massimo D’Alema l’ha definita «Una Fiera meravigliosa». Lo scrittore anglo-indiano Salman Rushdie: «Non è la prima volta che vengo a Torino, mi piace molto e penso che l’organizzazione di questa Fiera sia ottima, qui sono sempre stato bene. Sono molto orgoglioso che la maggior parte degli spettatori, anche qui alla Fiera di Torino, siano giovanissimi. A dire il vero lo noto ovunque io vada e non capisco come si possa sostenere che questa generazione è poco appassionata alla lettura». Umberto Eco: «La mia prima immagine della Fiera del Libro è un suono: la voce di Sara Tavares che risuona dallo stand della Egea. Sara consiglia di mediare, ibridare, sognare. Perfetto sottotitolo per una Fiera (la XXII) che questo 2009 suggerisce a tutti noi di “uscire dal guscio” e di vedere il nostro io insieme agli altri». Lo scrittore Tullio Avoledo: «La Fiera del Libro di Torino è come un’olimpiade: è bello partecipare, c’è il senso di squadra, un clima di festa e siamo tutti sul palco».Vandana Shiva: «Sono contenta di essere tornata a Torino, ero stata qui per Slow Food e il Lingotto era pieno di formaggi e prosciutti che ora, come per magia, si sono trasformati in libri».

La copertura mediatica

I giornalisti, fotografi e video-operatori accreditati alla Fiera Internazionale del Libro 2009 sono stati 2.837, provenienti da Albania, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Canada, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Israele, Italia, Libano, Perù, Portogallo, Federazione Russa, Serbia, Svizzera, Turchia e Stati Uniti. Ha seguito la Fiera anche SBS Radio, di Melbourne, Australia.

Dal giorno dell’inaugurazione ad oggi, sono stati realizzati dalla stampa nazionale e locale italiana 1.078 articoli e servizi giornalistici.

Tutti i tg nazionali hanno seguito la Fiera del Libro, in particolare Tg1, Tg2 e Tg3 per tutti e 5 i giorni della manifestazione. La chicca: richiesta d’intervista da parte di Sbs Radio, di Melbourne, Australia.Booksweb.tv ha realizzato oltre 50 ore di interviste dal suo stand e più di 30 ore di contributi video realizzati tra i padiglioni e le conferenze più importanti.

Radio 24, media partner della Fiera, ha prodotto 16 ore di diretta dallo stand nel Padiglione 2. Rsi, la Tv e Radio della Svizzera Italiana, ha seguito dal suo stand l’intera manifestazione, ed in particolare Rete 2Svizzera ha prodotto oltre 22 ore di diretta radiofonica.

Le trasmissioni più importanti che hanno seguito la Fiera sono state: per la Rai Quelli che il calcio, Uno Mattina, Cominciamo bene, il Caffè di Rai International, Rai News 24, la Melevisione e tanti altri. Radio Rai con le trasmissioni Fahrenheit, Il terzo anello musica, Caterpillar, Tutti i colori del giallo e Radio 3 scienza, hanno prodotto 15 ore di diretta. Anche La7 ha registrato speciali dal Lingotto con Omnibus e Alain Elkann e la sua trasmissione Due minuti un Libro. Mediaset è stata presente con i suoi Tg e con Iris, il canale digitale dedicato al cinema ed ai libri. La Fiera è stata seguita anche da Sky Tv con numerosi approfondimenti negli spazi del Tg.

Nella settimana da lunedì 11 a domenica 17 maggio ben 126.362 utenti hanno navigato il sito della Fiera, consultando 1.029.417 pagine. Complessivamente negli ultimi trenta giorni il sito della Fiera Internazionale del Libro è stato visitato da 217.494 persone che hanno consultato 1.744.369 pagine.

Gli 82 video realizzati e caricati sul sito della Fiera da Booksweb.tv sono stati visti 3.549 volte, le fotogallery realizzate da Paolo Tangari sono state visualizzate 2.474 volte e sono apparse in link nazionale su www.repubblica.it . Sono stati scaricati 700 podcast audio delle trasmissioni realizzate in Fiera da Radio 24.

Bestseller e blockbuster: la palma a Faletti e Calabresi, Spoon River e il libro di Amici i più rubati

Il dato riassuntivo delle vendite in Fiera è stato offerto dall’editore Marco Polillo, rappresentante Aie: uno straordinario 35% di incremento rispetto all’anno scorso.

Il libro più venduto in assoluto della Fiera 2009. La palma se la contendono Giorgio Faletti con Io sono Dio (1.600 copie vendute in poche ore) e Mario Calabresi con La fortuna non esiste, che ha venduto 850 copie beneficiando dello straordinario traino della presentazione di Sergio Marchionne eha battuto di poco il bestseller Angeli e demoni di Dan Brown.

Al di là dei primati, il dato è che la crisi non ferma la Fiera. Significativi gli incrementi di vendite con grande soddisfazione degli editori: un buon 10% in più del 2008 senza distinzione di grandezza, grandi, medi e piccoli. In diversi casi hanno dovuto ricorrere a nuovi rifornimenti per poter soddisfare la voglia di titoli da parte dei visitatori. Sellerio si dice entusiasta: «È stata una fiera straordinaria per noi, con interventi numerosi. In particolare Alicia Giménez-Bartlett è stata inseguita tra gli stand per tre giorni. Le vendite sono esplose. Bello soprattutto l’evento fuori Fiera in Circoscrizione 3 con una coda spaventosa solo per la scrittrice». E il suo Il silenzio dei chiostri è allo stand il libro più venduto. Ammette Einaudi: «Abbiamo ricevuto molti complimenti per il nostro stand e i visitatori hanno apprezzato tantissimo il nostro salottino per sfogliare i libri», dove libro più venduto è Il pane di ieri di Enzo Bianchi e il più rubato L’antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters.

Mondadori dichiara un incremento delle vendite del 10%: «Quest’anno la Fiera è stata molto sentita: sono sei anni che vengo qui e vedo che la gente dà sempre più importanza a questa manifestazione» queste le parole di Angelo Russo, responsabile dello stand. Grande successo in Rcs hanno avuto Passionaccia di Enrico Mentana e Non sperate di liberarvi dei libri di Umberto Eco, che ha tenuto l’esauritissima lecture inaugurale con Jean-Claude Carrière e Marco Belpoliti. Il più rubato qui è Vola via con me, il libro di Amici di Maria de Filippi: e poi dicono che la tv non aiuta la lettura.

Raffello Naldi, direttore commerciale di Giunti Editore, dichiara: «Siamo lieti del risultato: + 13,5%. Un dato che conferma il gradimento del pubblico per i nostri libri». È piaciuto soprattutto il romanzo Firdaus della scrittrice egiziana Nawal Al Sa’Dawi. Stesso umore da Newton & Compton. Spiega Cristiano Armadi: «Abbiamo fatto più 30%, anche se riteniamo che non abbia giovato avere troppe manifestazioni in città in contemporanea con la Fiera». La saga del Diario del vampiro di Lisa Jane Smith è la più rubata, mentre grande successo ha avuto Centouno cose da fare a Torino almeno una volta nella vita, che è stato acquistato anche dal sindaco Sergio Chiamparino, insieme a L’istinto del lupo di Massimo Lughi.

Per Graziella Cerutti, responsabile dello stand Mauri Spagnol: «Quest’anno c’è più gente e soprattutto sono tornate le scolaresche. L’anno scorso le preoccupazioni per i disordini connessi alla presenza di Israele hanno preoccupato molti, ma le nostre vendite sono in crescita. Il libro più acquistato da noi è Italia Annozero, di Vauro, Marco Travaglio e Beatrice Borromeo. Siamo molto soddisfatti la grande affluenza alle presentazioni dei nostri libri».

Soddisfazione anche per gli editori al debutto in Fiera e non solo per gli ottimi risultati di vendita. Giuseppe Schifani e Andrea Carbone di :Due punti Edizioni, dicono «La Fiera è stata importante soprattutto per il ritorno d’immagine e i nuovi contatti». Il titolo più apprezzato è il Trattato sul buon uso del vino di François Rabelais. Per Peliti Associati la soddisfazione passa per bocca di Erica La Venuta e Carlo Dotta, mentre il libro più comprato è stato Leica e le altre del fotografo Gianni Berengo Giardin.

Gli editori di Purple Press sono felici: «Abbiamo ricevuto i complimenti dei colleghi che ci hanno detto che il nostro è lo stand più chic di tutti. Il libro più acquistato è Poesie d’amore per ragazze kamikaze di Francesca Genti. Per Intermezzi, Manuele Vannucci è molto soddisfatto: «È addirittura meglio di quello che pensavamo». Ha avuto successo soprattutto il libro di Luca GalloCome l’insalata d’inverno. Tra i fumetti più venduti al bookshop di Comics Park Animation Studios, Dylan Dog (Mondadori) e Kill the Granny (Vittorio Pavesio Productions).

Un ulteriore indice del gradimento della Fiera 2009 lo fornisce il social network Facebook. Basta fare un giro tra i profili di alcuni editori presenti al Lingotto per percepire entusiasmo e soddisfazione per l’esperienza.

Alla Fiera del Libro non poteva mancare l’e-book, l’ultimo oggetto del desiderio per molti lettori. Un settore in crescita e che anche in Fiera Internazionale del Libro ha sollevato la curiosità e le attenzioni dei visitatori. Simplicissimus Bookfarm ne ha venduti parecchi, una media di 20 al giorno, Iliad il modello più richiesto (intorno ai 600 €).

Nello spazio Incubatore tra gli AlfaAudiobook Audiolibri vanno forte i cd di fiabe, molto apprezzati dai bambini.

Il libro più piccolo in vendita in Fiera è la Sacra Bibbia edito da I Libri più Piccoli del Mondo (Perù) che misura 0.8 x 1 x 0.5 centimetri, compreso il supporto, e pesa 1 grammo; la pubblicazione più economica appartiene invece ai palermitani di 18:30 Edizioni con i testi della collana Tags, racconti in circa 20.000 battute di autori emergenti, venduti al pubblico a 2 €.

Tra i più costosi, invece, Facsimile del Breviario Grimani della Salerno Editrice: ci vogliono 22.000 € per portarlo a casa. A seguire la Bibbia di San Paolo di Editalia - Gruppo Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in vendita a 18.000 € e Il pontificale di Bonifacio IX dell'Istituto della Enciclopedia Italiana - Treccani che ha un valore di 15.000 €. Il libro più pesante è indubbiamente l’Eneide a cura di Ars Edizioni: 56 kg.

E infine una curiosità: gli interventi del servizio medico interno alla Fiera sono stati circa 170: attacchi di panico, allergie e affaticamenti i casi più gettonati.

Torino, la città del libro

Torino la città del Libro

Fondazione Circolo dei lettori

Fondazione Circolo dei lettori

Regione Piemonte

Regione Piemonte

Città di Torino

Città di Torino

Compagnia di San Paolo

Compagnia di San Paolo

Fondazione CRT

Fondazione CRT

MIBAC

MIBAC

Centro per il libro e la lettura

Centro per il libro e la lettura

Associazione delle fondazioni di origine bancaria del Piemonte

Fondazioni bancarie Piemonte

ITA

ITA

Fondazione Sicilia

Fondazione Sicilia

Fondazione con il sud

Fondazione con il sud

salone internazionale del libro torino

Salone Libro s.r.l. - p.iva/c.f. 12057500014 - Via Santa Teresa, 19 - 10121 Torino - Telefono +39 011 19700801