Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

I numeri della fiera 2009

 

I sold-out nelle sale

Voglia di conoscere, approfondire, ascoltare da vicino e confrontarsi con i nomi più prestigiosi della cultura: dall’arte alla letteratura, alla poesia. E ancora: giornalismo, politica, filosofia scienza. Un desiderio che la Fiera 2009 ha soddisfatto in pieno negli oltre 850 incontri ai quali hanno partecipato oltre 2.000 relatori e ospiti e più di 70.000 spettatori nelle 24 sale e spazi convegni.

Anche quest’anno non mancano i sold- out: da Umberto Eco a Vandana Shiva, da David Grossman a Ohran Pamuk per finire a Erri De Luca e Vladimir Luxuria. Sala piena in ogni ordine di posto per l’ad Fiat Sergio Marchionne e il neodirettore de La StampaMario Calabresi, che si sono confrontati sull’America di Obama e sulla sfida al rinnovamento che il giovane presidente Usa lancia al mondo.

Successo, come ogni anno, per Marco Travaglio, che in questa edizione ha presentato il suo ultimo libro Italia annozero con Vauro e Beatrice Borromeo.

Tra gli altri sold-out ricordiamo quelli di Giorgio Faletti, autore di Io sono Dio, e Corrado Augias, presente a Torino con il libro Disputa su Dio e dintorni. Il pubblico della Fiera sente sempre il bisogno di riflettere sulla sfera della spiritualità e sui nodi esistenziali del nostro tempo: ecco, quindi, l’alto gradimento delle lectio magistralis di Enzo Bianchi e Eugenio Scalfari. Fra i trionfatori della Fiera c’è anche Claudio Baglioni, in veste di autore del libro Q.P.G.A., acronimo di Questo piccolo grande amore.

Tra gli ospiti acclamati dal pubblico anche gli esponenti del mondo della politica: Antonio Di Pietro, Massimo D’Alema, Fausto Bertinotti, Emma Bonino, il ministro Giorgia Meloni: evidentemente la politica continua a restare uno dei temi di maggior richiamo della Fiera. In tanti hanno seguito l’incontro con la giornalista Maria Latella, dedicato al Cavaliere.

L’Egitto, paese ospite 2009, ha naturalmente conquistato il pubblico del Lingotto. Spicca il successo di Nawai Al-Saadawi: un inno alla creatività e libertà di pensiero che, come sempre, trova nella Fiera la sede più adatta.

L’Egitto, Paese ospite: libri e tappeti a ruba

Questi i numeri del programma del Paese ospite 2009. Cinquantuno incontri e 45 scrittori arrivati dall’Egitto: gli appuntamenti più gettonati sono stati quelli con Ala Al Aswani, sabato 16 ore 18 in Sala Azzurra, e Cercando l’Aleph. La magia dell’Egitto negli acquerelli di Stefano Faravelli , domenica alle ore 18 in Terrazza Piemonte. Grande successo per il bazar egiziano nel Padiglione 5 . Ottimo riscontro di vendita e apprezzamenti per la qualità dei cappellini, tappeti egiziani lavorati a mano, da utilizzare anche da appendere alle pareti, copridivano e cuscini, e altri prodotti tipici artigianali. È stato venduto il 70% dei prodotti portati in Fiera. Notevole affluenza per i laboratori gratuiti di calligrafia alla Terrazza Piemonte: soprattutto per la scrittura in caratteri arabi dei nomi, offerta gratuitamente dagli abili calligrafi del Paese del Nilo. Grande successo anche per Culturama in Egypt , la proiezione panoramica interattiva riguardante il patrimonio egiziano dai Faraoni ai giorni nostri: una finestra che riguarda i progetti di ricerca della Biblioteca di Alessandria promossa da Cultnat (Center for Documentation of Cultural and Natural Heritage).

Quasi 2.000 questionari sulla ricaduta economica della Fiera

Sono ben 1.920 le interviste realizzate in cinque giorni dai ricercatori di Fitzcarraldo per la ricerca sulla ricaduta economica della Fiera sul territorio di Torino e del Piemonte, commissionata dalla Fondazione per il Libro. Un questionario di 11 domande sottoposto al pubblico, agli editori, ai visitatori professionali. I dati dell’indagine verranno ora elaborati e i risultati verranno presentati a dicembre in occasione della conferenza di presentazione del Bilancio Sociale della Fiera, che da quest’anno prenderà il posto della tradizione occasione di presentazione del tema annuale.

Millecinquecento firme per Yoani Sanchez

Oltre 1.500 persone hanno aderito all’appello, rivolto al presidente cubano Raúl Castro, per Yoani Sánchez: la blogger cubana cui le autorità del suo Paese da anni negano il permesso di espatrio. Invitata per presentare in Fiera Cuba libre. Vivere e scrivere all'Avana, non le è stato concesso di uscire da Cuba perchè dissidente. Tra le firme eccellenti, raccolte allo stand della Rizzoli e attraverso il sito Internet www.fieralibro.it, si contano quelle di Gianfranco Fini, presidente della Camera, Sandro Bondi, ministro dei Beni e Attività Culturali; Mercedes Bresso, presidente della Regione Piemonte; numerosi personaggi del mondo della politica e della cultura come Walter Veltroni; Vittorio Sgarbi, David Sassoon, Flavio Oreglio, Sergio Rizzo, Gian Antonio Stella, Susanna Tamaro, Alain Elkann, Gianrico Carofiglio. A testimoniare la popolarità della blogger cubana, sono arrivate al sito della Fiera adesioni da tutto il mondo: Spagna, Messico, Cuba, Porto Rico, Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Germania e Belgio.

Torino, la città del libro

Torino la città del Libro

Fondazione Circolo dei lettori

Fondazione Circolo dei lettori

Regione Piemonte

Regione Piemonte

Città di Torino

Città di Torino

Compagnia di San Paolo

Compagnia di San Paolo

Fondazione CRT

Fondazione CRT

MIBAC

MIBAC

Centro per il libro e la lettura

Centro per il libro e la lettura

Associazione delle fondazioni di origine bancaria del Piemonte

Fondazioni bancarie Piemonte

ITA

ITA

Fondazione Sicilia

Fondazione Sicilia

Fondazione con il sud

Fondazione con il sud

salone internazionale del libro torino

Salone Libro s.r.l. - p.iva/c.f. 12057500014 - Via Santa Teresa, 19 - 10121 Torino - Telefono +39 011 19700801