Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

I numeri del Salone 2012

Più di 70.000 SPETTATORI AD EVENTI E INCONTRI

1.162 PRESENTAZIONI E EDITORIALI NELLE SALE CONGRESSI DEL LINGOTTO FIERE E ALL'AUDITORIUM LINGOTTO

2.909 GIORNALISTI ACCREDITATI

67.000 INCONTRI B2B ALL'INTERNATIONAL BOOK FORUM

720 OPERATORI PROFESSIONALI PER L'INTERNATIONAL BOOK FORUM

2.233.431 PAGINE WEB VISUALIZZATE NEI GIORNI PRECEDENTI E DURANTE IL SALONE DA OLTRE 295.000 UTENTI SUL SITO www.salonelibro.it

1.900 NUOVI FOLLOWERS SU TWITTER NEI GIORNI DEL SALONE

4.300.000 IMPRESSION DI #SalTo12, L'ACCOUNT TWITTER UFFICIALE DEL SALONE

oltre 12.000 FAN DEL PROFILO FACEBOOK AMICI DEL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO

 

Salone Internazionale del Libro 2012: un primo bilancio

salonelibro campagna 2012

Il Salone è stato inaugurato giovedì 10 maggio 2012 dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Peluffo. Poker di ministri sabato 12: quelli dei Beni e le Attività Culturali Lorenzo Ornaghi, degli Interni Anna Maria Cancellieri, nuovamente Elsa Fornero e il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo

A conclusione del Salone 2012 il testimone della Presidenza dell’Alto Comitato di Coordinamento della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura è passato dal presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta al sindaco della Città di Torino Piero Fassino, al suo primo mandato in questa veste.

L’appuntamento è per il mese di maggio 2013 con il Salone Internazionale del Libro numero 26. Paese ospite candidato, il Cile. E sono iniziati i contatti diplomatici con Guinea e Colombia.

Salone 2013: la rivoluzione dei piccoli editori

I piccoli editori sono da sempre una delle grandi ricchezze del Salone di Torino, perché offrono una grande varietà di titoli difficilmente reperibili altrove; esprimono la vivacità e la ricchezza creativa dei territori italiani; e al Salone riescono a proporre la loro produzione accanto ai big dell’editoria.

Tuttavia patiscono più di ogni altro la congiuntura economica in termini di vendite; i costi di partecipazione al Salone; la minore capacità di proporsi con appeal ed eventi; la frammentazione e difficoltà a fare massa critica.

Il Salone raccoglie con convinzione le loro istanze e dal 2013 intende rinnovare radicalmente le modalità della loro presenza a Torino intervenendo con decisione su quattro punti, sui quali si è già registrato l’accordo fra Salone, Istituzioni e Lingotto Fiere.

  1. Coltivare la qualità della proposta culturale, per far crescere l’appeal dei titoli e gli autori proposti e quindi la loro attenzione da parte del mercato e del pubblico rispetto ai grandi gruppi editoriali.
  2. Sollecitare il coinvolgimento diretto delle Regioni italiane nel promuovere, organizzare e coordinare la partecipazione della propria piccola editoria al Salone.
  3. Intervento finanziario diretto a sostegno dei piccoli editori, così come ha fatto in modo efficace la Regione Piemonte, che ha assegnato un bonus di 1.000,00 euro a ciascun editore che partecipa con un proprio stand.
  4. Ripensare in una formula totalmente nuova lo spazio dei piccoli editori, riducendo il più possibile la loro dispersione e il ricorso a stand individuali preallestiti, per raccoglierli invece in un’ampia area omogenea e dal design architettonico curato sul modello dei maîtres chocolatiers in Tentazione e meditazione. Ogni editore avrebbe a disposizione uno spazio personalizzabile, con un’arena centrale per dibattiti e presentazioni editoriali e per la propria autopresentazione. Il precedente riuscito è quello del Bookstock Village che, concepito e progettato in modo omogeneo, è riuscito a trasformare il Padiglione 5 da «terra di nessuno» com’era anni fa – quando ospitava soltanto poco vivaci stand istituzionali – in uno dei cuori pulsanti del Salone. Lo stesso potrebbe accadere con il Padiglione 1 creando al suo interno come polo d’attrazione il «village» o distretto dei piccoli editori.

Torino, la città del libro

Torino la città del Libro

Fondazione Circolo dei lettori

Fondazione Circolo dei lettori

Regione Piemonte

Regione Piemonte

Città di Torino

Città di Torino

Compagnia di San Paolo

Compagnia di San Paolo

Fondazione CRT

Fondazione CRT

MIBAC

MIBAC

Centro per il libro e la lettura

Centro per il libro e la lettura

Associazione delle fondazioni di origine bancaria del Piemonte

Fondazioni bancarie Piemonte

ITA

ITA

Fondazione Sicilia

Fondazione Sicilia

Fondazione con il sud

Fondazione con il sud

salone internazionale del libro torino

Salone Libro s.r.l. - p.iva/c.f. 12057500014 - Via Santa Teresa, 19 - 10121 Torino - Telefono +39 011 19700801