Salone Internazionale del Libro di Torino 2019

I numeri del Salone 2015

Bookstock Village, le tante forme della letteratura per ragazzi

Anche quest’anno trend positivo per il Bookstock village, lo spazio per i giovani lettori sostenuto dalla Compagnia di San Paolo dedicato ai ragazzi dall’età prescolare ai 20 anni.

Decine di migliaia i ragazzi che hanno frequentato il Bookstock Village, lo spazio per i giovani lettori sostenuto dalla Compagnia San Paolo. Circa 13 mila quelli che hanno preso parte agli incontri dell’Arena e dello Spazio Book, 6.500 quelli che hanno partecipato ai laboratori. Un dato interessante è legato alla provenienza dei gruppi di studenti: sono infatti aumentati rispetto alle precedenti edizioni i ragazzi provenienti da altre regioni d’Italia, come la Puglia, il Lazio, la Basilicata, il Molise.

Il filo conduttore del “village” è stato il tema Prendere Posizione contro le ingiustizie. Il progetto curato da Andrea Bajani per le scuole superiori ed Eros Miari per le medie e le elementari, ha coinvolto centinaia di giovani e giovanissimi. All’interno di Prendere Posizione hanno trovato posto anche due progetti speciali: il primo è stato il Mundialibro, una competizione sulla letteratura del Novecento alla quale hanno partecipato 160 studenti di Istituti tra Torino e Foggia: la vittoria nelle semifinali è andata rispettivamente Liberanos a malo di Luigi Meneghello sul Barone Rampante di Italo Calvino, arrivata a sorpresa, e di A ciascuno il suo di Leonardo Sciascia su Le mosche del Capitale di Paolo Volponi. Il secondo progetto è stato Voci dal Mondo, tre conversazioni tra grandi autori europei come Maylis De Kerangal, Ingo Shulze e Katja Petrowskaya, che hanno dialogato con i ragazzi del piccolo comitato scientifico. E poi gli incontri curati da Eros Miari che ha portato sul palco grandi scrittori per ragazzi, da Melvin Burgess a Luigi Garlando, per discutere di temi come la Grande Guerra, L’adolescenza, e presentare figure di “eroi giovani” come Nelson Mandela e Che Guevara. Grande successo per l’incontro con Liliana Segre e Hetty Verolme, sopravvissute alla tragedia della Shoah dopo la deportazione ad Auschwitz (Liliana) e a Bergen-Belsen (Hetty).

Di particolare rilevanza gli appuntamenti dedicati alla La Scuola Maestra con ospiti di spicco come Domenico Starnone, Giusi Marchetta, Paolo Di Paolo, Franco Lorenzoni e Marco Tagliani; e poi l’iniziativa La buona lettura, sostenuta da Torino Rete Libri, da cui è scaturita una petizione popolare, consegnata al Sottosegretario del ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Francesca Barracciu, affinché il Governo si impegni a rifinanziare le videoteche scolastiche nella riforma attualmente in discussione. Nel corso del Salone sono state raccolte numerosissime firme a sostegno della petizione.

Tra i laboratori di quest’anno, ben 233 proposte tra cui la sezione Crossover, che ha visto “Linus” festeggiare i suoi primi 50anni e dove si sono “incontrati” autori di fumetti e graphic novel, tra cui Richar McGuire, Zerocalcare e Leo Ortolani, con celebri scrittori tra cui Giorgio Fontana e Walter Siti.

E ancora DigiLab dove i giovani si sono sperimentati nell’editoria digitale e nella creazione di app. Mentre in Laboratorio Autori lo sport è andato a braccetto con i concetti di libertà, parità e uguaglianza. Come ogni anno sono stati tanti i grandi nomi dell’Arena Bookstock, tra cui, Licia Troisi, Jamie McGuire, Lidia Ravera, Angela Finocchiaro e Jack Andraka, il giovanissimo scienziato che ha riempito l’Arena col racconto della sua scoperta scientifica.

All’interno del Bookstock Village, inoltre, è stata presente una redazione di circa 100 ragazzi delle scuole medie e superiori di Torino, Pordenone e Ferrara, che ha dato vita al BookBlog, lavorando alla stesura di articoli online in collegamento con la redazione torinese dellaa Stampa e con la trasmissione Pane Quotidiano condotta da Concita De Gregorio.

Crossover, una sfida vinta

Una sfida vinta quella della neonata sezione Crossover del Bookstock Village, dedicata all’incontro tra fumetto e graphic novel con il “libro tradizionale”, formula che ha avvicinato diverse tipologie di lettori e riempito sia l'Arena Bookstock che lo Spazio Book. In particolare Arena stracolma venerdì 15 per il dialogo tra Zerocalcare e Giorgio Fontana e sabato 16 per Leo Ortolani in duetto con Paolo Nori. Partecipazione intensa anche in Spazio Book, dove il pubblico si è dimostrato ricettivo e interessato, interagendo con gli autori presenti con curiosità. Particolare successo per gli eventi della domenica, quello dedicato al rilancio di Kriminal, (durante il quale è stata anche annunciata la data d’uscita ufficiale della nuova testata) e Vite di Uomini Illustr(at)i, dedicato alle biografie a fumetto di noti personaggi storici, dimostrando che la distanza tra questi due medium cartacei è molto minore del percepito.

Ottimo risultato anche per i 28 laboratori di fumetto, sempre pieni (circa 30 partecipanti per sessione) che hanno coinvolto sia bambini che adulti, permettendo di incontrare autori come Giacomo Bevilacqua, Zerocalcare, Mirka Andolfo, Silvia Rocchi, Tuono Pettinato e Giuseppe Camuncoli in un contesto meno caotico di molte fiere di settore.

Triplicate le vendite della Libreria del Fumetto gestita da PoPstore con circa 10 mila volumi totali venduti e +50% rispetto al 2014 sul materiale in lingua originale.

Si segnala infine l’esponenziale crescita di richiesta di volumi non presenti alla manifestazione causa l’assenza di case editrici che non hanno voluto aderire al progetto, segno che la domanda ha superato la seppur vasta offerta confermando la curiosità del pubblico, soprattutto giovane.

Il Salone dei media e dei media partner, quasi 2.500 giornalisti accreditati

Gli operatori media (giornalisti, fotografi, video operatori) accreditati al Salone 2015 sono stati 2.493, provenienti da Austria, Italia, Bosnia e Herzegovina, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Monaco, Romania, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Tunisia, Turchia e Ungheria. Ad essi vanno aggiunti i blogger che da quest’anno rientravano fra i

Numerose anche le televisioni e le radio che hanno seguito il Salone e si sono collegate in diretta dagli stand: da La7 a Sky, da Mediaset, alla Rsi (Radiotelevisione Svizzera) da Radio Capital, a Radio In Blu a Radio 24.

Rai: Grande successo al Salone Internazionale del Libro 2015

Grandi numeri per la Rai, con un incremento del trenta per cento delle vendite di Rai Eri e con veri e propri “assedi” allo stand nel corso dei cinque giorni della manifestazione. È successo, ad esempio, sabato 16 maggio, con molto pubblico già seduto due ore prima della presentazione di Il mondo di braccialetti rossi insieme ai giovanissimi attori Daniel Lorenz, Alviar Tenorio e Cloe Romagnoli e domenica 17 maggio, con centinaia di persone a ridere in diretta con il Ruggito del Coniglio di Radio2 al palco della radio. Moltissime presenze anche per Caterpillar, Radio2 Social Club, I provinciali di Radio2, Alza il Volume e Fahrenheit di Radio3.

Grande interesse per gli incontri quotidiani presentati da Filippo Solibello e Cinzia Poli, in particolare quelli con Alberto Angela, Roberto Giacobbo e l’astronauta Luca Parmitano che hanno presentato i loro ultimi lavori editi da Rai Eri. Palco affollato, come sempre, per lo spazio In cucina con Rai Eri che ha visto alternarsi ai fornelli gli chef Alessandro Circiello, Davide Scabin, Gianfranco Vissani e Antonio Daloiso.

Per quanto riguarda le vendite, Braccialetti Rossi si è confermato fenomeno anche librario, mentre molto richiesti sono stati anche I 100 colpi di Hollywood Party, un libro che ripercorre la storia della più longeva trasmissione di Radio3, e i dvd Alla scoperta del Vaticano di Alberto Angela, e Città segrete di Roberto Giacobbo.

Tra gli ospiti dello stand Rai anche Roberto Saviano e Francesco Guccini, protagonisti della puntata speciale di Pane Quotidiano di Concita De Gregorio, in diretta su Rai3. Tra gli altri programmi televisivi, da segnalare gli Speciali di Rai5 dedicati al Salone, la diretta di Ambiente Italia su Rai3 e i numerosissimi servizi e collegamenti curati dalla Tgr Piemonte e da Rai News 24.

Successo oltre ogni aspettativa, inoltre, per lo spazio di Radio Rai, diventato punto di riferimento per il pubblico del Salone: da qui sono partite le voci di protagonisti del mondo della cultura, dell’editoria, della musica e dello spettacolo con Fahrenheit e Alza il volume di Radio3; Caterpillar con Massimo Cirri, Sara Zambotti e Marta Zoboli, Radio2 Social Club con Luca Barbarossa, I provinciali con Pif, e Il ruggito del Coniglio con Dose e Presta di Radio2; e Bianco e Nero e La radio ne parla di Radio1.

In totale, tra radio e tv, la Rai ha dedicato al Salone del Libro di Torino oltre 30 ore di programmi. Insolita e “applauditissima” protagonista dello spazio Rai - realizzato dal Centro di Produzione Rai di Torino, che ha portato anche alcuni pezzi del proprio Museo della Radio e della Televisione e una selezione di costumi - anche una vecchia macchina da stampa degli anni Trenta da cui – nei cinque giorni della rassegna – sono “usciti” quattromila manifesti personalizzati di Italiana, la Rivista realizzata da Rai Com per promuovere l’Italia e l’Expo Milano 2015.

Ansa.

Dalla conferenza stampa del 27 aprile la redazione Ansa, media partner del Salone, ha garantito la copertura in modo continuativo e approfondito.

La Stampa.

Il quotidiano La Stampa, media partner del Salone e presente al Lingotto con un suo grande standredazione e con la Webcar, ha realizzato un numero speciale di TuttoLibri e due numeri di TorinoSette.

La Repubblica.

L’edizione torinese di Repubblica media partner del Salone ha realizzato e offerto ai visitatori uno speciale TrovaTorino di oltre 100 pagine con gli appuntamenti del Salone Off. L’edizione nazionale ha invece proposto lo speciale Le Guide di Repubblica con alcune delle principali firme delle pagine culturali del quotidiano.

Il Corriere della Sera ha realizzato lo speciale La Lettura dedicandolo quasi interamente al Salone del Libro e ha coperto la manifestazione realizzando tre pagine al giorno.

Radio Grp.

La radio piemontese ha raccontato prima con interviste pre e poi in diretta dal Salone le attività del Bookstock Village. Ha seguito inoltre Olimpo, il programma culturale per Torino 2015 Capitale dello Sport e l’esperienza degli editori dell’Incubatore. Inoltre ha seguito i ragazzi di Adotta uno scrittore con la terza edizione di Microfonando.

Gli Amanti dei Libri.

Testata online sul mondo editoriale, ha approfondito le aree Incubatore, Casa CookBook e Book to the future, con news, interviste agli editori protagonisti e reportage live degli eventi su sito e social network.

Wired.

La più importante testata italiana dedicata all’innovazione ha focalizzato l'attenzione sull’area Book to the future, analizzando i temi più attuali su editoria digitale, utilizzo dei social network in editoria, pubblicando articoli e organizzando due eventi nella Sala incontri dell’area.

Quotidiano Piemontese.

Testata online regionale, ha raccontato giorno per giorno gli eventi di Book to the future, con news, interviste e curiosità.

Italia a Tavola.

Mensile cartaceo e quotidiano online di enogastronomia, ha dedicato uno speciale ai temi trattati a Casa CookBook, con interviste ad alcuni chef e food star presenti al Salone.

Blogo.

La più importante realtà editoriale indipendente attiva nel panorama dei media digitali italiani ha approfondito alcuni dei temi di editoria digitale e raccontato le tendenze dell’editoria di cucina, con interviste agli chef ospiti a Casa CookBook.

Webnews.

Testata online dedicata a tecnologia e nuovi media, ha pubblicato uno speciale sulle 10 start up dell’area Book to the future, con interviste a tutti i protagonisti dell’area e approfondimenti.

Agrodolce.

Il secondo canale digitale food italiano dopo Giallo Zafferano ha raccontato gli eventi più importanti dell’area Casa CookBook, con focus sui macrotemi affrontati e interviste ai protagonisti.

Life Taste tv.

Web tv dedicata al mondo dell’enogastronomia, ha intervistato alcuni degli chef dell’area Casa Cookbook.

Torino, la città del libro

Torino la città del Libro

Fondazione Circolo dei lettori

Fondazione Circolo dei lettori

Regione Piemonte

Regione Piemonte

Città di Torino

Città di Torino

Compagnia di San Paolo

Compagnia di San Paolo

Fondazione CRT

Fondazione CRT

MIBAC

MIBAC

Centro per il libro e la lettura

Centro per il libro e la lettura

Associazione delle fondazioni di origine bancaria del Piemonte

Fondazioni bancarie Piemonte

ITA

ITA

Fondazione Sicilia

Fondazione Sicilia

Fondazione con il sud

Fondazione con il sud

salone internazionale del libro torino

Salone Libro s.r.l. - p.iva/c.f. 12057500014 - Via Santa Teresa, 19 - 10121 Torino - Telefono +39 011 19700801