Estate. Giulio ha appena finito gli esami di maturità e insieme ai suoi amici decide di passare qualche giorno di vacanza nella casa dei nonni. Ma quella che doveva essere una semplice vacanza al mare si trasforma in un’indagine dolorosa, tra sospetti terroristi, vecchi partigiani, ferite non rimarginate... Seguendo le indicazioni di una vecchia lettera, i cinque scoprono un’antica e sconvolgente vicenda accaduta durante la Resistenza, che farà conoscere loro un nuovo aspetto delle loro famiglie… ma anche di sé stessi. Chiave della storia è la nonna Ester, staffetta partigiana tradita e vittima di una terribile violenza nazista.

Perchè consigliare questo libro per la giornata della Liberazione d'Italia? L’anno della maturità significa per i ragazzi scoprire il valore della memoria e dell’impegno: il “non dimenticare” non come motore di vendetta, ma come antidoto per le nuove generazioni affinché non si ripetano fatti atroci purtroppo accaduti. Questo l’intento di una autrice esperta di storia della Resistenza, che si confronta per la prima volta con la scrittura per ragazzi.