Un capolavoro assoluto della letteratura del ‘900, un classico per ogni generazione, la narrazione dell’Italia contadina e della società tra le due guerre mondiali e la Resistenza, un romanzo sul ritorno, la memoria e la ricerca di sé stessi. Tutto questo è La luna e i falò, il testamento letterario di Cesare Pavese nell’adattamento in graphic novel a opera di Marino Magliani e Marco D’Aponte.

Perchè consigliare questo libro per la giornata della Liberazione d'Italia?

"Tutte le immagini potentissime di questo libro, la luna, il fuoco, il sangue, le donne imprendibili, la terra, la violenza fisica, i vigneti, i campi, il tradimento, Cinto che è l’infanzia e Nuto che è la saggezza – sconfitta, ma impavida – prendono vita in modo straordinario in questo magnifico graphic novel dai colori vividissimi, in cui tra il verde apparentemente dolce delle colline quasi sempre appare un tocco di rosso sangue che è insieme profezia e avvertimento di ciò che è già successo, e che trasforma una pianura americana sotto una luna rossiccia in un ricordo di Anguilla in un angoscioso deserto di sangue", dalla prefazione di Marta Barone.