Un eccidio dimenticato: la strage nazifascista di Cavriglia in cui 192 persone innocenti vennero massacrate nel luglio del 1944. Filippo Boni, nipote di una delle vittime, parte da uno scritto del nonno, sopravvissuto nascondendosi nei boschi, per far rivivere la memoria di tutte quelle persone che furono rastrellate e ferocemente uccise dai reparti tedeschi della Divisione Hermann Göring.

Perchè consigliare questo libro per la giornata della Liberazione d'Italia?

Perché la Liberazione d'Italia, portata avanti paese per paese, è fatta di tanti volti e tantissime vittime ed è giusto che ritornino alla luce le storie che sono state finora dimenticate perché immerse in una Storia più grande.