Daniel Vogelmann,  Piccola autobiografia di mio padre

L' editore e poeta Daniel Vogelmann ricostruisce la vita di suo padre, Schulim Vogelmann, sopravvissuto ad Auschwitz, unico ebreo italiano nella lista di Schindler. "Mio padre Schulim mi ha sempre raccontato poco della sua vita, e non solo riguardo alla sua prigionia ad Auschwitz. Certe cose, poi, le ho sapute soltanto molti anni dopo la sua morte, come, per esempio, che c’era anche lui nella lista di Schindler. E io, purtroppo, non gli ho mai chiesto nulla, anche perché è morto quando avevo solo ventisei anni. Qualcosa, però, è giunto miracolosamente fino a me, e così ho scritto questa piccola autobiografia per le mie nipotine. Ma non solo per loro".

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza?

Perchè riesce a raccontare una delle pagine più buie della nostra storia con grande profondità e poesia, coinvolgendo emotivamente i giovani lettori grazie a un linguaggio limpido e immediato.