La scoperta della foresta fossile della Stura di Lanzo è l’inizio di un eco thriller ad alta tensione. Il prof. Meina scompare nel nulla, il dottore forestale Giulio Nervi e la geologa Martina Globo si gettano per strade diverse alla ricerca, svelando uno scenario di crimini ambientali. Padri, figli, rancori e passioni sullo sfondo di una natura bella e crudele, un patrimonio di tutti da tutelare.

Perchè consigliare questo libro per la Giornata Mondiale dell'Acqua?

Ambiente e umanità sono intimamente interconnessi: dalla tutela dell’uno dipende il benessere dell’altra. Il romanzo di Cristina Converso, travolgente nel suo realismo e nella sua attualità, coglie lo spirito del tempo e sensibilizza, con delicatezza, ritmo e originalità, al tema del reato ambientale, le cui conseguenze sono ferite profonde, che si ripercuotono sulle generazioni future. Il fiume parla in prima persona, svela e nasconde, continua a scorrere nonostante tutto e tutti. "La foresta fossile" ha il patrocinio e la prefazione della Città Metropolitana di Torino e i contributi giuridici e scientifici del Prof. Alessandro Crosetti e del Prof. Edoardo Martinetto.

Lacqua e gli SDGs 15