"A luglio le strade di Palermo sono roventi, ma la gente non si fa certo spaventare dal caldo... La festa di Santa Rosalia è alle porte e tutto deve essere pronto, dalle bancarelle al palco per la banda. Anche Giovanni e Paolo vogliono partecipare ai preparativi, insieme ai loro amici Lucia, Carlo e Antonio. I ragazzi, però, si accorgono che qualcosa non va: all’improvviso tutti sembrano essere diventati cinici e violenti... Cosa sarà successo? E cosa c’entra lo strano e inquietante individuo che si aggira con il suo carro per i vicoli della città, promettendo di esaudire ogni desiderio? Qualcuno pensa che sia un mago malvagio capace di trasformare le persone in pupi. Ora toccherà a Giovanni e Paolo liberare i loro concittadini dall’incantesimo."

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza

Perchè è una metafora delicata che affronta i temi della mafia, dell'omertà e del bullismo, senza rinunciare a strappare anche un sorriso.

Lacqua e gli SDGs 10