Il più grande scrittore di thriller e horror al mondo si schiera contro la violenza armata. Uno Stephen King inedito in Italia, che presta la sua penna al tema più controverso d’America: l’utilizzo smodato delle armi da fuoco.

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza?

Perché mette in discussione il secondo emendamento della Costituzione americana e apre un dibattito sulla regolamentazione delle armi da fuoco usate dalla popolazione civile a scopo di difesa personale.

Lacqua e gli SDGs 16