Il trascorrere del tempo è spesso percepito come un’ovvietà, alla quale non si fa nemmeno caso. Ma, soprattutto per i bambini, è fondamentale capire che la vita è un continuo movimento. Scomponendo le trasformazioni e le metamorfosi a noi più familiari della quotidianità, l’autrice francese Bernadette Gervais realizza un’opera suggestiva proprio nella sua semplicità. Ed è così che l’elasticità del tempo prende corpo in una serie di fotogrammi illustrati, il cui numero è strettamente dipendente dalla quantità di tempo richiesta per modificare e muovere le cose. Perché, se la lepre salta così in fretta da attraversare a malapena quattro fotogrammi, otto caselle saranno necessarie alla lumaca per attraversare le pagine.

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza?

Perché è un inno alla lentezza delle giornate spese al sole e alla velocità dei giochi in libertà. Perché le immagini comunicano molto di più delle parole. 

Lacqua e gli SDGs 04