Imperterrito, indomabile, inesauribile. È un personaggio davvero riuscito il protagonista de "La grande battaglia", che in questa guerra donchisciottiana contro la pioggia ci ricorda un cavaliere d’altri tempi. Il libro, curatissimo nella sua vesta grafica e tipografica, racconta, con un registro ironico impareggiabile che nella vita, qualche battaglia, si può anche perdere.