Murdo, il narratore di questo libro, è un piccolo yeti un po’ sbadato che a volte dimentica il suo stesso nome. Non bisogna però farsi ingannare dalle apparenze: Murdo è anche un gran chiacchierone al quale piace raccontare tutti i suoi desideri: nascondere un tesoro invece che trovarlo, costruire un ponte tra il giorno e la notte, chiacchierare con un sasso… e tanti altri. Con semplicità e purezza, Murdo pone domande profonde giocando con le parole, i suoni e le lettere, così da costruire paesaggi immaginari. Un libro in cui il connubio tra le immagini e i testi contribuisce a far vivere (e rivivere) la magia dell’infanzia.

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza?

Perché, nella sua spensieratezza, "Murdo" ci ricorda i valori più importanti della vita. Perché la sua lettura può rappresentare un piacevole momento di condivisione e dialogo tra i bambini e gli adulti. Perché "Murdo" è la dolcezza fatta yeti.