Si tratta di un giallo dell'epoca d'oro del genere, scritto da una delle prime laureate a Oxford, E' un giallo colto, ricco di spunti storici e letterari, ma che, simile a un gioco enigmistico, stimola le capacità deduttive del lettore. Nella Londra appena entrata in guerra (siamo nel 1939), il giovane Archibald Mitfold viene trovato morto. Indaga un ispettore di Scotland Yard, che dovrà dipanare una fitta matassa di indizi: le riunioni di un'organizzazione che potrebbe essere filonazista, la scomparsa di un mecenate americano, la passione del morto per l'ornitologia.

Perché è il libro giusto da leggere in vacanza? Si tratta di un libro che intrattiene in maniera intelligente: pur appartenendo al genere giallo ha una ricchezza lessicale e descrittiva notevole, che si è persa in molti romanzi attuali.