Berek Jakubowicz era un giovane studente di odontoiatria quando, nel 1941, fu deportato dal suo villaggio in Polonia e costretto a trascorrere ben cinque anni nei campi di sterminio nazisti.

Perché consigliare questo libro per il Giorno della Memoria?

E' un racconto crudo e sconvolgente, come tutti quelli arrivati a noi tramite i sopravvissuti all'Olocausto. E' un libro che fa capire perfettamente quel terribile periodo della nostra storia.