La coraggiosa testimonianza di una combattente della resistenza ebraica. Selma fu una di loro, sotto il nome di «Marga». Viaggiò come staffetta in Europa per raccogliere informazioni, falsificare documenti, dare rifugio ai ricercati. Ora, a 99 anni, Selma van de Perre ripercorre una delle pagine meno note della storia della Seconda guerra mondiale, quella che vide molti ebrei partecipare attivamente alla lotta contro il nazismo.

Perché consigliare questo libro per il Giorno della Memoria?

La testimonianza di Selma racconta la barbarie della Seconda guerra mondiale. Per dimostrare che all’orrore è possibile opporsi.