Il dottor Bruno Pincherle, ebreo, visse e lavorò a Trieste fino al 1968. Fu un pediatra di famiglia, ma soprattutto un medico dei poveri, molto amato dai bambini. Oltre a dedicarsi alla sua amatissima professione, si divise tra attività assistenziali e impegno politico. Il libro racconta la sua vita, intrecciandola con le vicende storiche, come l’ascesa del fascismo e le discriminazioni razziali.

Perché consigliare questo libro per il Giorno della Memoria?

Per scoprire l’etica e l’umanità di un personaggio straordinario.