“Book to Screen. 6 libri x 6 schermi”
L’amica geniale, Gomorra e Il Commissario Montalbano Sarah. La ragazza di Avetrana, Nata per te e Il treno dei bambini
Dal libro alla serie tv: tre documentari del Salone Internazionale del Libro di Torino raccontano tre grandi casi di successo e tre future trasposizioni
A partire dal 14 giugno 2021 disponibili gratuitamente sulle piattaforme italiana.esteri.it del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Salto+ del Salone Internazionale del Libro di Torino

www.salonelibro.it 
saltopiu.salonelibro.it
italiana.esteri.it/italiana

Come si trasforma un libro in una serie tv o in un film? Quali sono gli accorgimenti per passare dalle pagine scritte di un romanzo a una sceneggiatura? Quanto cambiano struttura, narrazione, personaggi, luoghi e dialoghi in una trasposizione cinematografica?

Per capire e raccontare al grande pubblico quali sono i processi di adattamento necessari per trasformare un romanzo in una serie televisiva, forma di narrazione sempre più diffusa, raffinata e amata in tutto il mondo, il Salone internazionale del libro di Torino, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha ideato e prodotto il progetto “Book to Screen. 6 libri x 6 schermi”.

Si tratta di tre documentari, di circa 20 minuti ciascuno, centrati su tre grandi casi di successo nel passaggio dal libro allo schermo e su tre future trasposizioni, che verranno lanciati in occasione del festival Fare Cinema il 14 giugno 2021, giorno in cui saranno visibili e disponibili gratuitamente sulle piattaforme italiana.esteri.it, il portale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dedicato alla promozione della cultura, della creatività e della lingua italiana nel mondo, e Salto+ del Salone Internazionale del Libro di Torino.

I tre casi su cui il progetto “Book to Screen. 6 libri x 6 schermi” ha puntato i riflettori sono esempi virtuosi in cui la parola scritta si fa immagine senza mai perdere la forza espressiva originale: L’amica geniale (la tetralogia bestseller mondiale di Elena Ferrante, pubblicata da Edizioni E/O, diventata serie tv grazie alla regia di Saverio Costanzo), Gomorra (il romanzo-reportage di Roberto Saviano, edito da Mondadori e tradotto in 52 lingue) e Il Commissario Montalbano (i gialli scritti da Andrea Camilleri usciti con Sellerio). Ne parleranno i protagonisti stessi. Scrittori, editor, registi, sceneggiatori, produttori e editori, accompagnati da immagini e fotogrammi più significativi della serie televisiva analizzata, si alternano per raccontare l’affascinante viaggio dalla pagina allo schermo, un lavoro di squadra e di continuo confronto tra i vari professionisti e artisti per arrivare a rendere al meglio atmosfere, personaggi, emozioni e suggestioni utilizzando il linguaggio seriale. Introdotti da Nicola Lagioia, scrittore e direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino, che dà il la a ogni documentario con la lettura degli incipit dei romanzi, prendono la parola, tra gli altri, Roberto Saviano, Saverio Costanzo, Laura Paolucci, Francesco Piccolo, Domenico Procacci, Sandra Ozzola, Antonio Sellerio.

Ma non solo. Al fine di mettere a confronto progetti già avviati e in via di sviluppo, ogni documentario guarda anche al futuro, per anticipare un’altra serie, o film, di prossima produzione, con un’intervista agli autori e alle autrici il cui libro è stato opzionato nei diritti per la trasposizione televisiva o cinematografica. Si tratta dei libri Sarah. La ragazza di Avetrana (Fandango libri), scritto da Flavia Piccinini e Carmine Gazzanni, Nata per te. Storia di Alba raccontata fra noi (Einaudi) di Luca Trapanese e Luca Mercadante e Il treno dei bambini di Viola Ardone (Einaudi).

«Tra cinema e letteratura il legame è stato nel nostro paese sempre molto solido – commenta Nicola Lagioia, direttore editoriale del l Salone Internazionale del Libro di Torino – e al tempo stesso molto libero. Le serie tv hanno moltiplicato le possibilità di questo dialogo. Grazie ai documentari della serie Book to Screen per l’edizione 2021 Fare Cinema, nati dalla collaborazione tra Farnesina e il Salone del Libro di Torino vogliamo contribuire a far conoscere il più possibile ciò che di bello è stato fatto in questo campo così appassionante, e cosa è in preparazione.»

«L’obiettivo – spiegano Francesca Mancini del Salone Internazionale del Libro di Torino e Laura Pugno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – è mostrare in contesti culturali affini tre storie virtuose di incontro tra industria editoriale e cinematografica, per riscoprire il grande rapporto che lega letteratura e cinema italiani fin dalla metà del Novecento, proprio oggi che assistiamo a una rinascita dell’industria dello schermo italiano grande e piccolo, di nuovo protagonista nel mondo.»

Il progetto “Book to Screen. 6 libri x 6 schermi” si inserisce all’interno della sezione Book to Screen del Salone Internazionale del Libro di Torino nata nel 2017 dedicata alla vendita e alle acquisizioni dei diritti editoriali per la trasposizione dei romanzi in film o serie televisive. Un appuntamento annuale per mettere in contatto il mondo cinematografico e televisivo con quello dell'editoria e promuovere l’incontro e la conoscenza reciproca tra l’industria editoriale italiana e l’industria globale della produzione audiovisiva.