• image: images/newsroom20/logosalone_condiv.png

    MESSE LE BASI PER LE PROSSIME TAPPE DEL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO 


    L’incontro svoltosi oggi in Regione per il Salone del Libro è stato molto positivo e ha posto le basi per la definizione di un percorso che porterà all’edizione del Salone di maggio 2021 attraverso un significativo evento autunnale. 

    L’evento unirà i contenuti in rete con appuntamenti dal vivo, fatte salve le condizione di sicurezza consentite delle normative del momento, e fungerà al contempo da segno della ripartenza e lancio per l’organizzazione del Salone 2021.

     

    Sono stati garantiti entro la prima metà di agosto il saldo dei pagamenti in sospeso e il rinnovo dei contratti per consulenti e collaboratori che sono già impegnati a progettare e definire le prossime tappe.

    Entro la fine di settembre verrà approvato il nuovo protocollo d’intesa con una validità fino al 2023.

    È stato reso attivo, nelle more dell’approvazione del protocollo, il Comitato di Gestione presieduto da Giulio Biino, Presidente della Fondazione Circolo dei Lettori, a cui partecipano la Città di Torino, Associazione Torino Città del Libro, Salone Libro S.r.l e il Direttore Editoriale del Salone con il supporto operativo di Marco Pautasso.

    È prossima la convocazione del Comitato d'Indirizzo del Salone per un confronto con le associazioni rappresentative dell'intero mondo editoriale italiano quali gli editori, AIE e ADEI, i librai, ALI e SIL, i bibliotecari, l’AIB.

    All’incontro tenutosi oggi in Regione hanno partecipato l’Assessore Vittoria Poggio, l’Assessore Maurizio Marrone, la Sindaca della Città di Torino Chiara Appendino, l’Assessore alla Cultura Francesca Leon, il Presidente e il Direttore della Fondazione Circolo dei Lettori Giulio Biino, Elena Loewenthal, Nicola Lagioia Direttore Editoriale del Salone del Libro,  Silvio Viale, Presidente dell’associazione Torino la Città del Libro e Piero Crocenzi, Amministratore Delegato della Salone Libro S.r.l.

    image: images/newsroom20/logosalone_condiv.png

    Come proprietà del Salone Internazionale del Libro di Torino, siamo assolutamente allineati con quanto dichiarato dal Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio durante la presentazione di Terra Madre - Salone del Gusto 2020. Siamo più che pronti ed entusiasti di avviare iniziative per la promozione dei libri e della lettura nel solco e all’altezza della grande tradizione del Salone. Torino e il Piemonte devono ripartire ed è necessario farlo anche dai grandi eventi. 

    Come dimostrato dal successo di SalTo EXTRA e SalTo Notte, la propensione organizzativa dell’Associazione Torino la Città del Libro in accordo con la Salone Libro srl e con la Direzione Editoriale è sempre quella di realizzare eventi che rafforzino la filiera e valorizzino il nostro territorio.

    Abbiamo però la necessità che vengano siglati i contratti e risolti i problemi relativi ai mancati pagamenti che bloccano in questo momento la squadra organizzativa dell’intero Salone.

     

    Associazione Torino la Città del Libro

     

    image: images/extra/orrizontale.jpg
    social title: I libri della ripartenza

    Durante le giornate del Salone EXTRA, tutti gli editori coinvolti hanno potuto raccontare le loro novità editoriali attraverso la condivisione della copertina del loro Libro della ripartenza.

    Qui sotto li potete rivedere tutti! Buona ripartenza, in libreria e online.

     

     

    image: images/newsroom20/CDD/cddarticoloestese.jpg
    social title: Carte da decifrare

    Torna a Busca, nella suggestiva cornice del Parco e Castello del Roccolo, la rassegna Carte da decifrare, con tre imperdibili appuntamenti di letteratura e musica dal vivo.

    Giovedì 30, venerdì 31 luglio e sabato 1° agosto, dalle 18.30, l’antico maniero ospiterà, in tutta sicurezza, la terza edizione della rassegna che vede scrittori e musicisti di fama nazionale unire la loro arte su un palco d’eccezione, immerso nel parco plurisecolare della dimora storica.

    L’iniziativa è ideata e organizzata dalla Fondazione Artea, in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro, sostenuta dal Comune di Busca e dall’Associazione Castello del Roccolo, con il contributo della Fondazione CRC e della Fondazione CRT

    Diverse le opzioni di ingresso agli spettacoli: 6 € per il biglietto intero; 4 € per il ridotto (possessori tessera Abbonamento Musei, visitatori 15-19 anni, studenti universitari con tesserino, visitatori in possesso del biglietto per la visita guidata al Castello e Parco del Roccolo nella giornata dello spettacolo). È possibile sottoscrivere l’abbonamento alle tre serate al costo di 15 €, mentre l’ingresso è gratuito per visitatori 0-14 anni, disabili e accompagnatore.

    Dal 21 luglio i biglietti sono disponibili, con una maggiorazione, on line e nei punti di prevendita consultabili sul sito ticket.it. Nelle sere di spettacolo la biglietteria è aperta dalle 16.30 presso il Castello del Roccolo, situato in strada Romantica 17 a Busca. In caso di maltempo gli spettacoli si terranno al Cinema Lux di Busca in via Luigi Cadorna, 46. Per informazioni e aggiornamenti consultare il sito fondazioneartea.org e la pagina Facebook di Fondazione Artea.

    Ad aprire la rassegna giovedì 30 luglio sarà la performance “La congregazione: deliri e delitti dall’America profonda” dello scrittore e autore teatrale Alessandro Perissinotto, accompagnato dalla chitarra di Max Carletti e dalla voce di Silvia Carbotti. Sul palco rivive l’inquietante figura del reverendo Jim Jones, l’uomo che, nel 1978, in un crescente delirio, condusse la sua congregazione, il “Tempio del Popolo”, al più grande suicidio di massa che la storia ricordi: 909 morti e una manciata di scampati. Venerdì 31 luglio, invece, sarà ospite Fabio Geda con “Storia di un figlio”, reading-concerto sulla vita di Enaiatollah Akbari, rifugiato politico afghano arrivato in Italia da adolescente e protagonista del suo ultimo romanzo. Una storia attraversata e ricomposta dalle note del trombettista Giorgio Li Calzi che suonerà sotto, sopra e attorno al testo, mentre Geda leggerà sotto, sopra e attorno alla musica.

    Sabato 1° agosto chiuderà l’edizione 2020 della rassegna lo spettacolo “Le cose che succedono di notte” che vedrà Tiziano Scarpa leggere storie di uomini, alberi, animali che cercano l’amore e la verità tratte dal suo ultimo lavoro “Una libellula di città”. Favole per adulti, in rime baciate, abbracciate, accarezzate, qualche volta accoltellate e strangolate. Storie spassose, a volte drammatiche che si alternano ai brani innovativi e ammalianti della cantautrice e compositrice Debora Petrina.

    Per tutte le informazioni: Fondazione Artea

    image: images/extra/orrizontale.jpg
    social title: SalTo EXTRA: il prototipo di un modello nuovo

    Il Salone Internazionale del Libro di Torino non è un luogo, è una comunità. È una rete di rapporti tra editori, autori, lettori, librai, istituzioni, aziende, singoli individui uniti da una comune sensibilità per la letteratura, per la potenza delle sue storie, per il linguaggio universale che le fa trascendere confini, tempi, difficoltà apparentemente insormontabili.

    In un momento storico straordinario, di fronte a una minaccia globale senza precedenti, il Salone Internazionale del Libro di Torino non poteva – e non voleva – arrendersi alle difficoltà logistiche. E così, nel momento in cui l’impossibilità di occupare fisicamente i corridoi del Lingotto si è fatta evidente, il Salone ha riorganizzato le idee, cercato nuovi e inediti spazi di azione, chiamato a raccolta la sua comunità e pensato a una risposta che potesse lanciare un messaggio forte di resistenza.

    In due settimane, e con la collaborazione essenziale di tutta la sua rete, il gruppo di lavoro del Salone è riuscito a costruire un’edizione EXTRA: «extra-ordinaria», come la congiuntura che stiamo attraversando; ma «extra» anche perché si aggiunge – e non sostituisce – alla XXXIII edizione. Un’edizione dedicata alle vittime del Covid-19 e al personale medico impegnato in prima linea, nata dalla voglia di reagire, di proporre e non solo rimandare, di pensare – insieme - a un’alternativa.

    L’adesione di autori, editori, librerie è stata, a sua volta, straordinaria. Quattro giorni, 140 ospiti da tutto il mondo, più di 60 incontri, oltre 200 librerie in tutta Italia che hanno aderito all’iniziativa SalTo in Libreria e 360 Libri della Ripartenza segnalati dagli editori che avrebbero dovuto essere al Lingotto, ma che sono stati presenti con le copertine dei titoli su cui punteranno per la ripresa.

    Il Salone Extra si è aperto giovedì 14 maggio con una lectio di Alessandro Barbero dalla Mole Antonelliana, emblema di Torino e sede del Museo Nazionale del Cinema, scelta per omaggiare la città che è sempre stata la casa del Salone, anche nei momenti di maggior difficoltà, e si è concluso con la Torre di François Confino, altro simbolo importante per il Salone, che è uscita dai padiglioni del Lingotto e ha fatto da sfondo alla maratona conclusiva di domenica 17 maggio. Manovre straordinarie per tempi straordinari.

    E straordinaria non poteva che essere la risposta degli spettatori.

    Gli utenti raggiunti su Facebook da questo SalToEXTRA sono stati 2.004.459.

    Le impression (il numero dei passaggi dei contenuti video sugli schermi degli utenti) del SalToEXTRA su YouTube sono state 2.909.154.

    Praticamente un pubblico di quasi 5 milioni che su Facebook e YouTube ha realizzato circa 1.216.642 di visualizzazioni dei contenuti proposti in questa edizione straordinaria. 

    Su Facebook (tra condivisioni, reazioni e commenti) i fan del Salone hanno totalizzato 63.715 interazioni; su Twitter i contenuti sono stati visualizzati 1,2 milioni di volte tra l’annuncio e la fine della manifestazione; su Instagram, tra like, visualizzazioni e commenti, sono state coinvolte persone per un totale di 52.847.

    I minuti totali di visualizzazione sono stati 64.485 ovvero 2.686 giorni, che tradotti in anni fanno 7 anni e 3 mesi trascorsi con il Salone Extra.

    Tra gli eventi più seguiti (per un totale di 1.321.497 di pubblico e 409.410 visualizzazioni): la lectio inaugurale di Alessandro Barbero, la serata finale con ospiti come Levante, Mariangela Gualtieri, Alessandro Baricco, Roberto Saviano, Padre Enzo Bianchi; il dialogo tra Samantha Cristoforetti e Valeria Parrella, l’ultimo Montalbano letto in anteprima mondiale da Antonio Manzini, la conversazione tra Donna Haraway, Loredana Lipperini e Claudia Durastanti.

    I contenuti rimarranno disponibili gratuitamente sul sito salonelibro.it – SalTo Extra Replay - e sui canali social del Salone (YouTube, Facebook e Instagram).

    Anche le scuole hanno risposto con entusiasmo alla programmazione pensata da SalTo Diventi, realizzato col contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo: sono stati quasi 6000 gli studenti coinvolti negli incontri ad hoc di venerdì 15 maggio e, grazie alla collaborazione con Torino Rete Libri, 2000 dei ragazzi hanno seguito gli eventi da Torino e dintorni. 100 anche gli studenti da tante parti di Italia coinvolti nella redazione del BookBlog, riunendosi in video-conferenza e raccontando gli incontri del Salone Extra. SalTo per la scuola - il progetto con cui il Salone vuole stare vicino agli insegnanti e agli studenti nella sfida della didattica a distanza - prosegue online, con i contributi offerti gratuitamente sul sito in accordo con la rete e i progetti con cui da anni il Salone lavora per promuovere i libri, la lettura e la cultura. Tra questi Adotta uno scrittore, il progetto con cui Salone, grazie al contributo dell’Associazione delle Fondazioni di Origine Bancaria del Piemonte con la Fondazione con il Sud, porta gli autori italiani contemporanei nelle scuole e nelle carceri italiane.

    Anche quest’anno Rai è tornata a fianco del Salone del Libro di Torino come Main Media Partner. Come sempre il racconto è stato affidato a reti e testate con numerosi appuntamenti a partire da quelli di Rai Radio3, con gli incontri “virtuali” del programma in “Tutta la città ne parla”, “Radio3Mondo”, “Radio3Scienza”, “Fahrenheit”, “Hollywood Party”, “Radio3Suite”. Sempre per la Radio, su Rai Radio1 microfoni aperti sul Salone nei servizi della redazione Cultura del Giornale Radio Rai e nelle trasmissioni “Plot machine”, “Zapping” e “In prima fila”. Per Rai Cultura, invece, due “inviati speciali”: Edoardo Camurri e Gino Roncaglia che venerdì 15 maggio alle 14.45 si sono confrontati sulle esperienze della televisione che “fa’” scuola, mentre Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri ed ospite fisso di Terza Pagina, ha raccontato il ruolo della televisione nel promuovere la cultura e i libri, soprattutto durante il lockdown. Rai Ragazzi è stata al Salone Extra con una puntata de “La Banda dei FuoriClasse”, mentre Rai Movie dedicherà al Salone del Libro uno spazio speciale: in “MovieMag”, mercoledì 20 maggio alle 00.15, il direttore del Salone del Libro Nicola Lagioia farà un bilancio dell’edizione. Spazio al Salone anche nella programmazione di Rai1 e nei servizi dei Tg Rai e della Tgr Piemonte. Particolare attenzione alla rassegna anche su RaiNews24. Rai3 ha proposto spazi dedicati in “Aspettando le Parole”, “Agorà”, “Quante Storie”. In campo anche Rai Italia, che ha seguito l’appuntamento per gli italiani all’estero. Un occhio di riguardo alla rassegna web torinese anche sui social della Rai e su RaiPlay

    La comunità del Salone Internazionale del Libro di Torino si è allargata – commenta Nicola Lagioia, Direttore del Salone Internazionale del Libro -. Per quattro giorni alcuni tra gli scrittori, pensatori e artisti più autorevoli a livello mondiale si sono confrontati sui temi cruciali della nostra epoca. Ad ascoltare – e a intervenire, di continuo – centinaia di migliaia di persone collegate da tutta Italia e anche dall'estero. Una partecipazione travolgente, di cui non potremo non tenere conto. Tante le librerie che hanno partecipato su tutto il territorio a SalToEXTRA, tanti gli Istituti di Cultura Italiani all'estero che a propria volta hanno diffuso i contenuti di questa inaspettata festa del libro oltre confine. Ci troviamo tra le mani il prototipo di un modello nuovo e di successo, che non si sostituisce ma si aggiunge a quello classico e irrinunciabile. Non essersi arresi è motivo di orgoglio. Aver trovato così tanto consenso ci obbliga a misurarci su un orizzonte più vasto di quanto ci si aspettava”.

    Per la realizzazione di questa edizione speciale sono stati essenziali il contributo, la collaborazione e la fiducia dei partner.

    “Il Salone Internazionale del Libro ha saputo reagire con energia e vitalità alla situazione di straordinaria emergenza in cui ci siamo trovati. Mi rallegro per come il sostegno di Intesa Sanpaolo, confermato di anno in anno, abbia potuto contribuire a realizzare l’edizione 2020, dando continuità alla manifestazione e di fatto favorendo la ripartenza dell’attività culturale su scala nazionale”, ha commentato Gian Maria Gros-Pietro, Presidente di Intesa Sanpaolo, per il tredicesimo anno consecutivo al fianco del Salone in qualità di main partner.

     Carlo Enrico de Fernex, responsabile Comunicazione Istituzionale di Reale Mutua, ha dichiarato: “È con grande entusiasmo che Reale Mutua ha sostenuto questa edizione straordinaria del Salone Internazionale del Libro di Torino: una quattro giorni di cultura che ha regalato, in questo difficile periodo, una finestra sul mondo grazie alla macchina perfetta del SalTo che, anche in questa occasione, ha funzionato splendidamente”.

     Alessandra Bianco, Direttore Corporate Communication Lavazza, ha dichiarato: “La cultura si conferma motore di rinascita e quest’edizione Extra del Salone del Libro di Torino, che Lavazza ha accompagnato con convinzione, ne è stata una prova concreta: in un momento difficile come quello che stiamo vivendo, il pensiero, superando pareti e abbattendo le distanze, crea un ponte ideale verso un rinascimento possibile”.

     “L’edizione Extra 2020 del Salone del Libro è stata l’opportunità per SMAT di evidenziare, per l’eccezionalità del momento che stiamo vivendo, la valenza del lavoro svolto da un’azienda di pubblica utilità qual è la SMAT. Attraverso un video realizzato ad hoc per l’evento, abbiamo inteso sottolineare non solo l’indispensabilità dell’acqua, la sua importanza e la sua pervasività nella vita di ciascuno, ma anche valorizzare la presenza di un'azienda che, in epoca di lockdown, ha continuato ad operare anche in emergenza per garantire la fornitura di un servizio indispensabile”, ha commentato Paolo Romano, Presidente del Gruppo SMAT - Inoltre, il successo dell’evento, ci permette di mantenere ben saldo il rapporto con le scuole utilizzando la formazione a distanza in alternativa alle visite guidate ai nostri impianti“.

    L’edizione Extra del Salone del Libro - ha dichiarato il Presidente di Iren, Renato Boerocostituisce un segnale importante per il nostro Paese in un periodo storico particolare. La cultura infatti, studiando il passato e leggendo con spirito critico il presente, ci aiuta a disegnare quegli scenari di rinascita e ripresa utili per il futuro e quanto mai necessari per uscire rapidamente dal momento che stiamo vivendo. Il Gruppo Iren si propone da sempre come motore di crescita e sviluppo del territorio e della cultura che esso rappresenta i segnali di vivacità e desiderio di rinascita emersi durante il Salone Extra, costituiranno, anche per la nostra azienda, i valori di riferimento a cui ispirarsi per affrontare le importanti sfide che ci attendono nel futuro”.


    Il Salone Internazionale del Libro di Torino è un progetto di Associazione Torino, la Città del Libro e Fondazione Circolo dei lettori, con il sostegno di Regione Piemonte, Città di Torino, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT, e di Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Centro per il Libro e la Lettura, Ministero per le Politiche Giovanili, Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, Italian Trade Agency ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e MAECI Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Fondazione Con il Sud e Fondazione Sicilia.

    Il marchio Salone Internazionale del Libro di Torino è tutelato dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e Valle d’Aosta - MiBACT.

    Main Partner: Intesa Sanpaolo

    Partner: Reale Mutua, SMAT, Lavazza, Iren

    Main Media Partner: Rai

    Con il patrocinio di: Camera di commercio di Torino