Questi cinque giorni di Vita Nova si sono chiusi in bellezza. Ecco i nostri numeri:

 

⭐ 22 lezioni con 26 autrici e autori italiani e internazionali

⭐ 31 eventi complessivi in 5 giorni

⭐ 100 gruppi di lettura delle Biblioteche coinvolti

⭐ 20.670 studenti collegati da tutta Italia per le prime 3 lezioni

⭐ 3.000 docenti e bibliotecari coinvolti nei primi 2 appuntamenti di Educare alla lettura

⭐ 8.000 buoni da leggere già scaricati e 700 già spesi

⭐ oltre 8.000 nuovi iscritti a SalTo+ in soli 5 giorni

⭐ 270.000 visualizzazioni tra Facebook e Youtube

⭐ 365.031 utenti raggiunti su Facebook

⭐ 300.977 impressioni su YouTube (all’8 dicembre)

⭐ oltre 800.000 persone raggiunte

 

Vita Nova però non è nata come semplice rassegna culturale, bensì come l’inizio di un nuovo percorso da condividere con gli editori, le librerie, le biblioteche e la comunità di lettori, insegnanti, studenti. Il Salone Internazionale del Libro di Torino ha infatti voluto dare un segnale concreto di supporto alla filiera del libro e alle scuole, in una contingenza particolarmente complessa: il Salone non è soltanto un’istituzione culturale, ma soprattutto una rete che vive grazie a tante anime, e Vita Nova è stata l’occasione di mettersi al servizio di questa grande e vitale comunità.

Per questa ragione, il programma si è aperto con tre lezioni rivolte espressamente alle scuole - con Susanna Mattiangeli e Luca Doninelli, Maura Gancitano e Andrea Colamedici, Roberto Saviano - che sono state seguite da 20.670 studenti collegati da tutta Italia che hanno potuto interagire direttamente con gli ospiti attraverso la piattaforma SalTo+.

Anche il primo modulo di Educare alla lettura, il corso di formazione valido per l’aggiornamento di docenti e bibliotecari - organizzato dal Salone del Libro e dal MIBACT Centro per il Libro e la Lettura in collaborazione con AIB-Associazione Italiana Biblioteche - ha fatto registrare un grandissimo successo, con oltre 3.000 tra docenti e bibliotecari coinvolti soltanto nei primi 2 appuntamenti. Gli incontri, occasione di confronto e dialogo con importanti autori e autrici italiani e stranieri, proseguono fino al 16 dicembre con altri 4 appuntamenti che saranno visibili sulla piattaforma SalTo+.

E ancora, per tutto l’arco di Vita Nova, sono stati coinvolti oltre 100 gruppi di lettura, sempre grazie alla preziosa collaborazione dell’AIB, che hanno realizzato contenuti di approfondimento disponibili su SalTo+.

 

SalTo+

 

SalTo+ è la piattaforma digitale nata per accompagnare la community del Salone durante tutto l’anno. Ospiterà contenuti speciali, approfondimenti, podcast, video on demand, tra i quali le lezioni di Vita Nova e gli appuntamenti di Educare alla lettura: uno spazio per lettrici e lettori, e per tutto il mondo delle professioni del libro, con materiali didattici e attività formative. In soli 5 giorni dall’apertura, SalTo+ ha fatto registrare oltre 8.000 iscrizioni.

E sarà proprio su SalTo+ che si potrà continuare a scaricare il Buono da Leggere da spendere nelle 34 librerie torinesi aderenti a Vita Nova fino al 7 gennaio 2021. Grazie al sostegno della Regione Piemonte, infatti, il Salone ha già distribuito oltre 8.000 Buoni del valore di 10€ destinati a docenti, a giovani tra i 14 e i 25 anni residenti o domiciliati in Piemonte, oltre che ai lettori del Salone, sempre domiciliati in Piemonte, che ne facciano richiesta su SalTo+. Al 7 dicembre, sono circa 700 i buoni già spesi nelle librerie torinesi.

 

Chi è stato con noi

 

Sono intervenuti a Vita Nova, tra i tanti: Richard Baldwin, Letizia Battaglia, Mario Calabresi, Romeo Castellucci, Andrea Colamedici, Saverio Costanzo, Emma Dante, Donatella Di Cesare, Luca Doninelli, Mathias Énard, Fumettibrutti, Maura Gancitano, Paolo Giordano, Susanna Mattiangeli, Piergiorgio Odifreddi, Roberto Saviano, Vittorio Sgarbi, Manuel Vilas, Serena Vitale, il Cardinale Matteo Zuppi, Petros Markaris ed Eva Cantarella (in collaborazione con il Parlamento Europeo - Ufficio di Milano), Silvia Federici, Giorgio Fontana, Alberto Angela e l’inedito Dialogo su Pavese con Carlo Ginzburg e Giulia Boringhieri (grazie alla collaborazione della Fondazione Pavese.

Vita Nova ha dato spazio anche a una serie di momenti conclusivi di diversi progetti del Salone del Libro: i tre premi che il Centro per il libro e la lettura dedica alle scuole, il Premio Nati per Leggere, il Silent Book Contest, il Concorso Letterario Lingua Madre; a due iniziative del Consiglio Regionale della Regione Piemonte dedicate a Rodari e agli editori piemontesi, un video dell'Associazione Fiori di Ciliegio in ricordo di Mishima e a eventi di Incipit Offresi e Adotta uno scrittore; oltre al dialogo tra Fernando Aramburu e Bruno Arpaia in collaborazione con il Premio Strega Europeo.

Vita Nova è stata anche l’occasione per siglare nuove importanti collaborazioni con il Parlamento Europeo - Ufficio di Milano, la Fondazione Pavese, l’Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello; e confermare storiche collaborazioni del Salone con tanti partner, tra i quali: la Fondazione Compagnia di San Paolo, l'Associazione delle Fondazioni di Origine Bancaria del Piemonte, la Fondazione Collegio Carlo Alberto, il Mibact - Centro per il libro e la lettura, il Premio Strega Europeo.

Nei 5 giorni di eventi, le visualizzazioni totali (sommando i dati raccolti finora da Facebook e YouTube) si attestano intorno alle 270.000, con oltre 365.000 utenti raggiunti solo su Facebook e oltre 300.000 impressioni soltanto su Youtube, per una stima complessiva di oltre 800.000 persone raggiunte da Vita Nova all’8 dicembre. Gli eventi più seguiti su Facebook sono stati le lezioni di: Colamedici & Gancitano, Saviano (entrambe pensate per le scuole), Calabresi, Sgarbi, Letizia Battaglia. Da questo momento i contenuti rimarranno disponibili on demand gratuitamente su SalTo+.

 

Le dichiarazioni

 

"Le grandi lezioni che hanno animato questi primi 5 giorni di SalTo Vita Nova rappresentano un indiscutibile valore che la nostra comunità potrà da oggi ritrovare su SalTo+, la nuova piattaforma del Salone Internazionale del Libro di Torino, un progetto che ci proietta nel futuro tra grandi eventi fisici e digitali".

Silvio Viale, Presidente Associazione Torino, la Città del Libro

“Ho pensato e ho anche detto, recentemente, parafrasando il Mahatma, che Vita Nova “non è aspettare che passi la tempesta ma imparare a ballare sotto la pioggia”. Ma potrebbe essere “camminare sul filo” o “sfidare le rapide”. Anche questa volta con tenacia e determinazione le istituzioni si sono strette attorno al Salone e il Salone, con la sua comunità, ha risposto. Una sfida emozionante e coinvolgente: un vero e proprio salto nel futuro. Un progetto innovativo che ha visto e vede coinvolta tutta la filiera del libro e che continuerà fino al 7 gennaio perché un libro non ti lascia mai solo”.

Giulio Biino, Presidente della Fondazione Circolo dei Lettori di Torino

“Nel Natale più complicato della recente storia dell'editoria, il Salone del Libro ha sostenuto l'intera filiera legata a lettura e formazione: le scuole. gli editori, le librerie di Torino, i gruppi di lettura delle biblioteche. Siamo tornati sul territorio. In attesa che la vita torni alla normalità, il Salone continuerà a svolgere il suo lavoro in continuo dialogo con la sua vasta comunità”.

Nicola Lagioia, Direttore del Salone internazionale del Libro di Torino

 

Vita Nova continua fino al 7 gennaio nelle librerie

 

Vita Nova prosegue continua nelle 34 librerie torinesi che, insieme ai 180 editori aderenti, sono e rimangono il luogo fisico di incontro tra il Salone e la sua comunità fino al 7 gennaio 2021, in attesa della XXXIII edizione, Vita Supernova.

Qui trovate la mappa delle librerie, con l’elenco degli editori ospitati.

 “Vita Nova è stata ed è un’iniziativa che ha dato grande vitalità ed energia, è stato un bel modo per coinvolgere gli editori nelle librerie e per permettere a editori meno conosciuti di arrivare al pubblico e ai clienti. È stata una Vita Nova anche per le librerie, una ventata positiva in un anno molto difficile. Il lavoro di ricerca dietro questa edizione invernale e inedita del Salone ha generato grande curiosità anche nei clienti che, in un qualche modo, si sono sentiti parte di una comunità. Vita Nova per questo trovo sia un messaggio significativo per Torino, per la città” 

Luigi Colucci, Libreria Bodoni

“Dal punto di vista di un editore Vita Nova è sicuramente un’iniziativa da giudicare positivamente perché ha permesso di mantenere viva la tradizione del Salone e di coinvolgere tutta la filiera del libro. È capitato, in passato, che i librai si sentissero esclusi dall’evento principale del Salone, mentre in questo caso librerie e librai sono stati e sono attori principali. Il coinvolgimento dei librai, come protagonisti, ha permesso di instaurare con gli editori una proficua collaborazione, che sta creando legami di conoscenza e stima che risulteranno certamente positivi e proficui in futuro. In un momento di difficoltà come quello che stiamo vivendo, far sentire tutti uniti intorno alla lettura e ai libri è un messaggio importante”.

Walter Martiny, Direttore Editoriale Edizioni del Capricorno