• image: images/COPERTINA_CAMUS_FONDO_ROSSO_2.jpg

    È La Peste di Albert Camus a inaugurare la nuova collana del Salone del Libro “La Biblioteca del Salone”: un romanzo quanto mai attuale, capace ancora oggi di sfidarci e indicarci direzioni possibili. L’edizione speciale avrà una veste grafica studiata ad hoc da uno dei più noti art director editoriali italiani, Riccardo Falcinelli; un’introduzione affidata ad Alessandro Piperno, tra i più importanti scrittori italiani nonché celebre francesista; e una nota del direttore editoriale del Salone, Nicola Lagioia, che pubblichiamo qui di seguito. La traduzione è a cura di Yasmina Melaouah, docente universitaria e traduttrice premiata.

     

    CAMUS PROVA 

     

    "Il Salone Internazionale del Libro di Torino intrattiene da sempre con gli studenti un rapporto privilegiato.

    Si potrebbe anzi affermare che gli studenti, e la scuola in generale, rappresentino al tempo stesso la base su cui poggia la nostra manifestazione e il futuro verso cui è proiettata. Per quanto la nostra epoca offra sempre più occasioni per entrare in contatto gli uni con gli altri, pochi strumenti come i libri riescono a trasmettere complessità e coinvolgimento emotivo in modo tanto intenso. Il senso di prossimità offerto dall'esperienza letteraria possiede, vale a dire, caratteristiche uniche.

    Favorire l'incontro tra gli studenti e Albert Camus ci inorgoglisce. Ogni opera di questo straordinario scrittore è una lezione di coraggio, di intelligenza, di umanità, è la promessa – tanto più nelle avversità – di poter sentire il mondo, gli altri e infine se stessi con una forza viva e una profondità tali da restituire ogni volta dignità alla nostra specie, laddove si fosse persa.

    Nel discorso d'accettazione del Nobel per la Letteratura, nel 1957, Camus disse che se ogni generazione si crede destinata a rifare il mondo, il compito della propria era quello di impedire che si distruggesse. Disse che, per uno scrittore, sforzarsi di comprendere è più importante di giudicare, che il rifiuto della menzogna e la resistenza all'oppressione sono alla base di questo mestiere, che ogni artista si forma in un rapporto perpetuo tra sé e gli altri, "a metà strada fra la bellezza di cui non può fare a meno e la comunità dalla quale non si può staccare".

    Il dialogo tra Albert Camus e la sua comunità di riferimento non si è mai interrotto, per nostra fortuna, si rinnova anzi a ogni nuova generazione."

    Nicola Lagioia, Direttore editoriale Salone Internazionale del Libro di Torino 

     

    L’edizione speciale de La Peste di Albert Camus è realizzata in collaborazione con Bompiani e con il sostegno dell’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte. Il volume rientra nel progetto di lettura condivisa, Un libro, tante scuole , promosso dal Salone Internazionale del Libro di Torino con l’obiettivo di raggiungere tanti studenti con un unico grande romanzo, per stimolare un confronto sulla comprensione di sé e del proprio tempo attraverso la letteratura. Il libro verrà distribuito gratuitamente a 6000 studenti in tutta Italia.

    image: images/newsroom20/scuole/comix_games_articolofb_copy.jpg

    L’emergenza Coronavirus non ferma i Comix Games, il concorso nazionale di Ludolinguistica per le scuole secondarie di primo e secondo grado, giunto ora alla sua IX edizione.

    Ideato da Comix (Franco Cosimo Panini Editore) in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino e Repubblica@scuola e con la partecipazione di Mondadori, Museo Egizio, e, da quest’anno, di BPER Banca, il concorso propone un approccio originale alla lingua italiana, offrendo alle scuole un’opportunità didattica (anche a distanza) all’insegna della creatività.

    Da metà ottobre a fine marzo, i Comix Games lanceranno in successione su Repubblica@Scuola tre contest, a cui potranno partecipare individualmente tutti gli studenti le cui scuole si siano iscritte (gratuitamente) al portale.

    Il primo gioco, “Titoliamo”, è stato appena lanciato e consiste nel produrre una frase di senso compiuto combinando almeno tre titoli di libri, film o canzoni.

    Tra tutti i contributi pervenuti entro il 19 dicembre 2020 la giuria di Comix nominerà sei vincitori, tre per le scuole medie e tre per le superiori, che si aggiudicheranno un posto alla finalissima in programma al Salone Internazionale del libro di Torino il prossimo 17 maggio. I campionissimi dei Comix Games avranno la possibilità di estendere l’invito a quattro compagni di classe con cui giocare e sfidare le altre squadre al Lingotto.

    Per partecipare alla finalissima al Salone, gli studenti riceveranno un contributo in denaro a parziale copertura delle spese di viaggio, i biglietti omaggio per l'ingresso al Salone Internazionale del Libro di Torino e quelli per il Museo Egizio.

    Il montepremi di 4000,00 euro, messo a disposizione da BPER Banca, sarà ripartito tra tutte le squadre partecipanti, tenendo conto della loro collocazione geografica e della distanza dalla città di Torino.

    Tutti i vincitori del contest saranno premiati inoltre con cinque libri Mondadori, una copia dei quali sarà donata anche alla classe, e con un kit scuola a marchio Comix.

    Lo stesso schema si ripeterà nelle due gare successive, che si disputeranno nel nuovo anno sempre su Repubblica@Scuola.

    Il 17 maggio diciotto squadre provenienti da tutta Italia, composte ciascuna da un massimo di cinque studenti, si sfideranno a suon di giochi linguistici al Salone Internazionale del Libro di Torino per aggiudicarsi il titolo di campioni nazionali dei Comix Games.

    Vai al regolamento e scopri tutti i dettagli per partecipare al concorso!

    image: images/newsroom20/scuole/cartolina-15x10_fronte.jpeg
    social title: Se leggi colori la tua vita: i vincitori!

    Sono maturi i frutti del concorso ‘Se leggi colori la tua vita’ lanciato dalla Regione Toscana con il partenariato del Salone Internazionale del Libro di Torino e di Lucca Comics & Games rivolto ai giovani delle prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado per scrivere il soggetto di una storia a fumetti che raccontasse l’importanza della lettura.

    È stato appena pubblicato sulla Biblioteca digitale toscana e il libro con i i fumetti vincitori del concorso sono accessibili a tutti nella collezione delle risorse open. È scaricabile gratuitamente anche dalla sezione Se leggi colori la tua vita del sito della Regione Toscana.

    Le tre storie vincitrici
    DESTINAZIONE X, elaborato dai 19 ragazzi della seconda E del Liceo Statale "Alessandro Volta" di Colle Val d'Elsa (SI), primo classificato;
    LA PANCHINA, elaborato da 8 ragazzi delle due classi diverse di seconda A e B del Liceo XXV Aprile di Pontedera (PI), secondo classificato
    UN LIBRO COME ME, elaborato da 3 ragazzi della prima A dell’IC Liceo Scientifico Statale Ulisse Dini di Pisa, terzo classificato.

    Il libro pubblicato sarà veicolato e promosso dalla Regione Toscana, da Lucca Comics & Games e dal Salone Internazionale del Libro di Torino attraverso i loro canali.


    La vicepresidente della Regione Monica Barni insieme a Federico Vergari, consulente per lo sviluppo dell’area Comics e Games al Salone del Libro di Torino del Salone Internazionale del Libro di Torino e Jacopo Moretti, senior event manager di Lucca Comics & Games, sono stati intervistati dal giornalista Raffaele Palumbo in diretta radiofonica su Controradio mercoledì 10 giugno alle ore 9 nella trasmissione monotematica dedicata al progetto che si potrà ascoltare sulle frequenze di Controradio, in diretta streaming su controradio.it e tramite la app Controradio Firenze. In video la trasmissione è andata in diretta sulla pagina Facebook Controradio Firenze e sui canali Youtube e InstagramTV dell'emittente.

    Sempre su Controradio sia in FM che sui suoi canali internet e social, andranno in onda la trasmissione audio e i video registrati con i ragazzi premiati:
    Venerdì 12 giugno alle ore 9.35 i vincitori con DESTINAZIONE X
    Lunedì 15 giugno alle ore 9.35 i secondi classificati con LA PANCHINA
    Martedì 16 giugno alle ore 9.35 i terzi classificati con UN LIBRO COME ME

    Inoltre, sempre su Controradio, andranno in onda tre puntate dal titolo “Se leggi colori la tua vita” con protagoniste le voci dei ragazzi che hanno vinto.


    "Grazie all'alleanza con Lucca Comics & Games e con il Salone Internazionale del Libro di Torino - commenta Monica Barni -, siamo riusciti a mettere in piedi un concorso rivolto al pubblico giovane che affronta il fumetto, uno dei tanti generi letterari che nella loro varietà sono tutti catalizzatori di inviti alla lettura. Ai giovani abbiamo lanciato una duplice sfida: dare vita a una storia da un lato usando la creatività e dall'altro interpretare e raccontare l'importanza della lettura diffondendo il messaggio che leggere è un valore sociale e civile. Il libro che con grande soddisfazione abbiamo pubblicato, nonostante le molte difficoltà del momento, è il segnale concreto che la sfida è stata accettata e vinta. Avvicinare i cittadini alla cultura - prosegue Monica Barni - è un tema al centro della Regione Toscana, ed in questa direzione va anche il nostro impegno nel portare avanti un'azione coordinata e continuativa di promozione della lettura. Questo è l'obiettivo del Patto regionale della lettura ed il concorso ‘Se leggi colori la tua vita' è una delle azioni concrete del Patto”.

    "Leggere è un modo per crescere, per incontrare e conoscere gli altri attraverso le storie, ma anche per riflettere su noi stessi - evidenzia Emanuele Vietina, direttore di Lucca Comics & Games -. Un esercizio fondamentale che attraverso l'educazione contribuisce alla crescita della persona e alla cultura di un Paese. Lucca Comics & Games da sempre promuove il fumetto, gli aspetti artistici che ne costituiscono l'essenza, la narrativa fantasy, gli storytelling videoludici e attraverso le attività che propone fa cultura. Il festival sostiene la letteratura proponendosi come luogo di incontro tra scrittori e pubblico, oltre che tra i diversi operatori culturali. Ogni anno durante la manifestazione si svolgono decine di presentazioni  e partecipano le più importanti realtà editoriali e creative italiane e straniere. Un confronto stimolante tra diverse realtà, che avvicina migliaia di giovani alla lettura. Per questo non potevamo mancare al fianco della Regione Toscana e del Salone Internazionale del Libro in questa importante iniziativa che ha coinvolto tantissimi ragazzi”.

    “Il Salone Internazionale del Libro di Torino promuove l’importanza della lettura tra i giovani e nelle scuole, con progetti sempre nuovi e ambiziosi. Il concorso organizzato in collaborazione con la Regione Toscana (già Regione ospite del Salone alla sua XXX edizione) e con Lucca Comics & Games è un’altra stimolante iniziativa che sottolinea il nostro impegno nella promozione del mondo della creatività e delle diverse forme di espressione. Al Salone di Torino, SalTo Comics e Games è l’area speciale che abbiamo dedicato al mondo del gaming e dei comics, due settori di mercato che in Italia stanno conquistando spazio con player, produttori ed editori, sempre più coinvolti nei processi culturali e contenutistici del Paese. Sono infatti i fumetti, le graphic novels e il gaming tra le grandi forme narrative capaci di raccontare la complessità del mondo e i sentimenti umani in modo unico, soprattutto oggi.” Silvio Viale, Presidente dell’Associazione Torino, la città del libro.


    La Giuria

    Composta da Jacopo Moretti (per Lucca Comics & Games), Federico Vergari (per il Salone Internazionale del Libro di Torino), Martino Baldi (per la Biblioteca San Giorgio di Pistoia), Margherita Barzagli (per la rivista Edera) e Davide Morena (di Sideways che ha curato l’adattamento del soggetto in fumetti).

    La giuria si è riunita il 7 febbraio 2020 e ha decretato i vincitori, dopo avere accuratamente esaminato tutti i 26 soggetti pervenuti alla data di scadenza del concorso (20 dicembre 2019). Agli elaboratori primi tre classificati è andato il plauso di tutti i membri della Giuria per essere riusciti a veicolare il messaggio centrale del concorso: “Se leggi colori la tua vita”, cioè la capacità della lettura di innescare cambiamenti positivi nella vita delle persone.

    Quasi cento titoli proposti dagli editori del Salone per aiutare di docenti a scegliere i libri da assegnare per le vacanze.

    Ma è un ottimo modo per immergersi tra i cataloghi degli editori, per scoprire nuovi titoli, non solo per ragazzi. Divisi per fasce d’età, i consigli spaziano tra romanzi, saggi, fumetti e albi illustrati, novità e titoli di catalogo. I libri si possono filtrare anche secondo gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell'ONU, il focus su cui il Salone e Fondazione Compagnia di San Paolo lavorano per questa edizione di SalTo Diventi, utili per creare percorsi tematici sulle sfide più urgenti del nostro prossimo futuro.

    La lista di autori è davvero fittissima, da Turconi e Radice a Lucia Scuderi, da Fulvio Ervas ad Alessandro Baricco, fino a Umberto Eco e Margaret Atwood. Ma il modo migliore per scoprire tutti i consigli è andare a scoprire la sezione dedicata su SalTo per la Scuola.

    Libri per l'estate

    image: images/newsroom20/scuole/comix_games_articolofb_copy.jpg
    social title: Comix Games: la finalissima 2020!

    Si svolgerà in diretta sul canale YouTube di Repubblica venerdì 29 maggio dalle 11 alle 13 la gara conclusiva del concorso nazionale di ludolinguistica organizzato da Comix in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino, Repubblica@Scuola e con la produzione di Gedi Visual. In collegamento dalle loro città e case 150 ragazzi per 6 classi provenienti da tutta Italia si sfideranno per aggiudicarsi il titolo di campione nazionale dei Comix Games 2020. Il fil rouge dei giochi è la reazione al Covid-19: dalla quarantena alla rinascita. 

    Come ogni anno, da otto anni, avrebbe dovuto disputarsi al Lingotto lunedì 18 maggio la finale dei Comix Games, il concorso nazionale di ludolinguistica organizzato da Comix assieme al Salone Internazionale del Libro di Torino, a Repubblica@scuola e Gedi Visual, con la partecipazione di Mondadori e del Museo Egizio. Il diffondersi del Covid non lo ha permesso, ma i promotori, parte di quell’Italia che da subito si è rialzata e ha reagito all’imprevedibile, hanno riorganizzato on-line l’evento. Una sfida per tutti, promotori e classi, che vedrà 150 ragazzi e 6 classi (3 delle medie e 3 delle superiori) affrontarsi e interagire in diretta sul canale YouTube di Repubblica, collegandosi al web attraverso una piattaforma. Il primo contest show in remoto è la prova che uniti si può fare tutto.

    Venerdì 29 maggio le 6 classi in gara, provenienti da Piossasco (TO), Trento, Bolzano, Tempio Pausania (SS), Montescaglioso (MT) e Francavilla Fontana (BR) si sfideranno a suon di acrostici, poesie “stravolte” e rap di classe. Il file rouge dei giochi sarà l’esperienza dovuta al Covid: dal lockdown alla rinascita che ci attende. Le classi dovranno infatti acrosticizzare le parole “quarantena” e “iorestocasa”, stravolgere una poesia triste e famosa trasformandola in un testo allegro e gioioso, e infine cantare tutti insieme un rap, inno all’estate che sta arrivando, sulla base di “Sciroppo” di Sfera, concessa in uso da Universal per l’occasione.

    In giuria, negli studi di Gedi Visual a Repubblica, siederanno Angelo Melone, giornalista di Repubblica, Laura Panini, presidente di Franco Cosimo Panini ed editore di Comix e lo scrittore Fabio Geda a rappresentare il Salone Internazionale del Libro di Torino. Previsti anche gli interventi e i contributi video del cantante, youtuber e fisico Lorenzo Baglioni, giudice speciale dell’acrostico, della scrittrice Marzia Sicignano, che si esprimerà sulle poesie stravolte, e di Sfera Ebbasta, che lancerà un saluto e un in bocca al lupo agli studenti prima dell’ultima prova, il rap di classe, reinterpretazione della sua “Sciroppo”.

    Sotto l’allegra guida di Andrea Delmonte, coordinatore editoriale dell’agenda Comix, e attraverso il giudizio dei giurati esperti e di quelli speciali, la finalissima decreterà la coppia di campioni nazionali dei Comix Games 2020, uno per la sezione medie e uno per le superiori.