Adotta uno Scrittore apre i suoi contenuti a docenti e studenti. Sulla piattaforma SalTo+, una serie di video-lezioni realizzate dagli autori adottati sono a disposizione di tutta la comunità scolastica del Salone. Il ciclo di lezioni si intitola Adotta una parola: ogni autore sceglie una parola, prova a smontarla, guardare come c’è dentro e raccontarla ai ragazzi e alle ragazze. Se Sabino Cassese ha scelto Democrazia, Igiaba Scego ha adottato la parola rivoluzione. E ancora: una lezione sul corpo firmata da Fumettibrutti, oppure sul Silenzio con Silvia Vecchine e Sulazo. Un modo per mostrare voci diverse, sguardi sul mondo e approcci degli scrittori di questa edizione. Ogni quindici giorni, docenti e studenti troveranno una lezione in chiaro sui canali social del Salone e altre due lezioni sulla piattaforma SalTo+.

 

GUARDA LE VIDEO-LEZIONI

Alessandro Robecchi, Ossessione

Riuscite a immaginare Alessandro Manzoni in riunione con Netflix per la trasposizione cinematografica dei Promessi Sposi? E il Virgilio delle Egloghe che si ispira al Bob Dylan di Girl From The North Country? In questa lezione, lo scrittore Alessandro Robecchi sviscera la parola ossessione non intesa come patologia, ma nella sua accezione comune di pensiero fisso, idea che non se ne va. Come l’idea della scrittura: una “finestra di Word perennemente aperta nel cervello”.

 

Simone Saccucci, Ostacolo

La cosa più sorprendente delle storie è il loro potere salvifico: la capacità di trasformare eventi apparentemente tragici in occasioni. Grazie alle storie, gli ostacoli diventano l’elemento che ti permette di andare avanti, diventare più forte, più coraggioso, più deciso. Grazie alle storie, gli ostacoli acquisiscono senso. E per raccontare la parola ostacolo, Simone Saccucci fa quello che sa fare meglio: raccontare una storia.

Guarda su SalTo+ 

 

Bernard Friot, Banalità

Banalità: una parola i cui contrari - originale, insolito, nuovo - sono più attraenti dei sinonimi: scontato, convenzionale, insignificante. Ebbene, perché allora scegliere delle parole banali? Si può essere originali parlando di banalità? Bernard Friot spiega come, nella poesia come nella vita, le cose migliori siano quelle che riescono a essere normali e uniche insieme. In altre parole, banalmente straordinarie.

Guarda su SalTo+ 

 

Giulia Caminito, Donna

In questa lezione, Giulia Caminito ripercorre la storia della parola donna a partire dalle varie definizioni che – nel corso del tempo - il vocabolario le attribuisce. Il confronto con la parola uomo diventa spunto per una riflessione sui ruoli di genere e sul cambiamento del portato simbolico della donna nell’immaginario della società italiana contemporanea.

Alberto Lot, Guizzo

In questa lezione di Alberto Lot, la parola guizzo diventa metafora dell’idea, di creatività. In un mare piatto, è il guizzo che permette di trovare soluzioni originali, nella scrittura come nella comunicazione.

Guarda su SalTo+