In occasione della Conferenza sul futuro dell’Europa promossa dalla Commissione Europea, il Salone Internazionale del Libro e l’Ufficio in Italia del Parlamento Europeo celebrano gli ottant’anni della prima pubblicazione del Manifesto di Ventotene con una chiamata aperta alle scuole per continuare quel progetto di manifesto. Grazie alla forma del decalogo gli studenti dovranno immaginare in dieci punti il futuro dell’Europa, dieci sfide per dare un nuovo volto alla nostra casa comune. Ogni punto un titolo e 400 battute (spazi inclusi) per raccontarli. Dopo un lavoro di selezione e uniformità dei testi arrivati, i punti emersi dalla call verranno pubblicati tutti insieme e si aprirà quindi una votazione aperta a tutte le scuole. I dieci punti che otterranno più voti entreranno a far parte di un nuovo decalogo per l’Europa redatto in maniera condivisa. Per far conoscere la storia del Manifesto di Ventotene ai ragazzi e per orientarli nel loro lavoro sul decalogo verranno organizzati tre appuntamenti di formazione: uno per le scuole primarie con Anna Sarfatti e due per le scuole secondarie di primo e secondo grado con Carlo Greppi, Ahmed Abdullahi e Mario Calabresi.

Scopri le tre lezioni sull'Europa

Per chi: il progetto è diviso in due sezioni, una dedicata alle scuole primarie, una alle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Quando: gli incontri di preparazione si svolgeranno il 30 marzo e il 20 aprile. I decaloghi potranno essere mandati fino al termine dell’anno scolastico. Da settembre a ottobre gli studenti saranno invitati a votare i punti del decalogo finale.

Come partecipare: i docenti possono candidare la propria classe sul portale SalTo+, compilando l’apposito form. I docenti iscritti potranno ricevere tutti i materiali di approfondimento e partecipare agli incontri di formazione.

Sul Bookblog: tutti i decaloghi saranno pubblicati sul Bookblog, divisi tra la sezione per le scuole primaria e quella per le scuole secondarie. Da settembre, sul blog e sulla piattaforma Together.eu (insieme-per.eu) si potrànno votare i punti del decalogo finale.

Al Salone del Libro (14-18 ottobre): il decalogo verrà presentato durante un momento collettivo per discutere sui temi emersi dal documento. Insieme agli studenti coinvolti un incontro ricco di ospiti e la partecipazione di un rappresentante delle istituzioni europee.

I partner di progetto: Uffici Italiani del Parlamento Europeo, Europe Direct Torino e Città metropolitana di Torino.