23 maggio, Ore 14:00-15:00

Trent’anni dopo

Sala Oro, PAD OVAL
In collaborazione con
EL, Fazi e Rizzoli

Questa storia la raccontiamo da trent’anni, ma non ci stanchiamo e non ci stancheremo mai di raccontarla. È la storia di una buca scavata nella memoria (Siamo tutti Capaci, Einaudi ragazzi); di un peluche bruciacchiato (Per questo mi chiamo Giovanni, Rizzoli); di un cane randagio (Il cane di Falcone, Fazi). È la storia di Giovanni Falcone, e di Paolo Borsellino, e di chi, insieme a loro, si è sacrificato combattendo la mafia, per la giustizia e per la libertà. La nostra libertà.

Parte di