I libri del Natale

Percorso bibliografico realizzato con le proposte degli editori del Salone.

Cavallo Mazzocchi

 

Nell'antichità i bronzi e gli oggetti in metallo erano rinvenuti quasi sempre in frammenti recuperati dagli scavi e necessitavano di lunghi lavori prima dell'esposizione. I metalli venivano riparati tramite saldature per integrare sia le parti antiche che quelle moderne. Spesso i "rottami" venivano utilizzati anche o per completare parti mancanti di statue o per realizzarne alcune nuove: questo è il caso di Cavallo Mazzocchi. Esso fu ricomposto da alcuni frammenti in bronzo di una quadriga, la cosiddetta "quadriga di Ercolano", ritrovati a Ercolano nel 1739, durante i primi scavi di Ercolano, voluti dal Carlo III di Borbone, come riportato da Alessio Simmaco Mazzocchi sul basamento dell'opera esposta nel Museo Ercolanese.