Podcast

Fuoriclasse

“Fuoriclasse” racconta - attraverso le voci di Federico Vergari e Marco Pautasso - lo sport di ieri e di oggi e la sua epica, costellata di storie uniche ed esemplari, personaggi avvincenti – vincenti o perdenti che siano –, e valori condivisi, come la lealtà, la resistenza e la perseveranza.

 

L'attenzione, oltre che alle sfide di donne e uomini capaci di risultati impensabili o di cadute eclatanti, è rivolta anche alla cronaca del tempo, alla letteratura e al cinema che hanno fatto da sfondo o accompagnato tanti momenti sportivi.

 

Terzo episodio: Le maglie iridate di Binda e Bugno

Nella nuova puntata di Fuoriclasse – Lo sport raccontato dal Salone, Marco Pautasso e Federico Vergari raccontano i mondiali di ciclismo attraverso due italiani simbolo di questo sport: Alfredo Binda primo vincitore assoluto di un campionato del mondo e Gianni Bugno che proprio in questi mesi celebra il trentennale del suo primo titolo iridato conquistato a Stoccarda nel 1991. Ospite della puntata l’ex ciclista e voce tecnica di Rai Sport Giada Borgato che ha raccontato cosa significa vincere una gara che ti lascia una maglia in dote per un anno. Per lei – nel 2012 – si trattò del campionato italiano.

Ascolta "Le maglie iridate di Binda e Bugno" su Spreaker.

 

Secondo episodio: 80 anni di italiane alle olimpiadi

I giochi olimpici sono al centro del secondo episodio di “Fuoriclasse”. L’episodio presenta la storia della prima e dell’ultima Medaglia d’oro femminile italiana alle Olimpiadi: l’ostacolista e velocista Ondina Valla e la tiratrice a volo Diana Bacosi per un viaggio di ottant’anni nella storia dello sport. Ospite del secondo episodio Isabella Ferretti.

BibliografiaL'oro di Ondina. Il primo trionfo di un'italiana alle Olimpiadi di Marco Tarozzi, Antonella Cinelli (Minerva); Le olimpiadi dei nazisti. Berlino 1936 di David Clay Large (Corbaccio); Storia delle Olimpiadi di Stefano Jacomuzzi, Paolo Viberti e Giorgio Viberti (Sei); Steffi Graf, passione e perfezione di Elena Marinelli (66thand2nd); Serena e Venus Williams, in nome del padre di Giorgia Mecca; Non gioco più, me ne vado di Gianni Mura (Il Saggiatore); Citizen di Claudia Rankine (66thand2nd); Storie incredibili delle olimpiadi di Luciano Wernicke (DeAgostini). Tra i film citati, Olympia di Leni Riefenstahl, che documenta i Giochi olimpici di Berlino 1936.

 

Primo episodio: Gli Europei del 1968 e del 1980

Il primo episodio di “Fuoriclasse” si concentra sugli Europei del 1968 (fino ad oggi l’unico vinto) e del 1980, svoltisi in Italia. Il calcio si fa subito pretesto per raccontare anche altro: usi, costumi e clima sociale di una nazione in perenne mutamento, con l’aiuto di audio delle cronache dei notiziari, canzoni che furono le hit del momento, saggi e testi sugli Azzurri. Ospite del primo episodio Chiara Alessi, una delle massime esperte di storia del design in Italia, che spiega la genesi del logo degli Europei del 1980.

Bibliografia: Storia del calcio in Italia di Antonio Ghirelli (Mondadori); Storia critica del calcio italiano di Gianni Brera (Bompiani); The best di George Best (Baldini+Castoldi); Il '68. Volumi primo e secondo di AA.VV. (L'Espresso); Azzurri. Storie della nazionale e identità italiana di Paolo Colombo e Gioachino Lanotte (Utet); Tante care cose della stessa Chiara Alessi (Longanesi).