Nuovi spazi di incontro per i librai

Due gruppi di lavoro, confronto e formazione pensati apposta per i librai.

Il Salone intende offrire nuovi spazi di incontro e confronto non solo fisici tra operatori professionali.
Se la pandemia da una parte ci ha fatto capire l’importanza di incontrarsi e ritrovarsi di persona, dall’altra abbiamo compreso che anche l’incontro virtuale – se ben gestito e preparato – può essere una risorsa.

Da qui l’idea della realizzazione di gruppi di lavoro e di confronto tra operatori professionali su progetti e tematiche quotidiane, con cui ci si trova solitamente ad avere a che fare.
 
L’idea è di riservare questi incontri – due in tutto della durata di un’ora circa ciascuno – a un numero ristretto di partecipanti prima del Salone, per poi “restituire” i risultati di questo confronto direttamente in fiera a chi non ha potuto essere presente.

L’obiettivo dei gruppi è quindi conoscersi e confrontarsi per lavorare meglio su tematiche e progetti specifici.
In particolare, pensando ai librai, il Salone ha attivato due gruppi di lavoro e confronto.
 

1° Gruppo

Le nuove forme di promozione editori e librai. Proposte e soluzioni possibili
Il gruppo vuole discutere delle difficoltà dei librai a districarsi tra le centinaia di uscite settimanali, individuando facilmente quelle più adatte al proprio pubblico, grazie a una serie di strumenti che si avvalgono delle più moderne tecnologie. Definire quali modalità, quali tempi, quali soluzioni sono “a misura” di libraio per la consultazione, l’aggiornamento e l’informazione delle schede titoli è il primo passo per ottimizzare la comunicazione degli editori e promotori nel flusso delle proprie attività, senza dispersioni di tempo e di energie.
A gestire il gruppo, che vede anche la partecipazione di NW, un moderatore incaricato dal Salone del libro.

 

2° Gruppo

Essere Indie online: comunicazione digitale per la vendita online delle librerie indipendenti
Il gruppo intercetta la consapevolezza nata in questi ultimi due anni dell’importanza di creare connessioni sempre più strette col territorio e, allo stesso tempo, di sviluppare una forte immagine online.
Un apparente ossimoro che in realtà rivela le strategie vincenti delle librerie indipendenti e indica un nuovo modo di comunicare che Bookdealer prova a mettere in pratica tutti i giorni.  
Ma quali sono gli strumenti? Quali i linguaggi e le difficoltà (o, meglio, le opportunità)?
Il gruppo si propone di lavorare insieme sulle dinamiche della comunicazione digitale per la vendita online delle librerie, confrontandoci per identificare canali, linguaggi e pubblico.
A gestire il gruppo con lo staff di Bookdealer, Lisa Innocenti di Mira!, responsabile comunicazione di Bookdealer e un moderatore incaricato dal Salone del libro.

Ti interessa partecipare a uno di questi gruppi?
Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ma affrettati: i posti sono limitati!

Non perdere l’occasione per confrontarti con colleghi e operatori professionali con questa formula innovativa!